Dottorato di ricerca SDA

Dottorati innovativi a caratterizzazione industriale

Al fine di rafforzare il rapporto tra ricerca e tessuto economico/imprenditoriale, la Regione Marche, nell’ambito del POR FSE 2014/2020 Asse 1- P.I. 8.1- R.A. 8.5, ha promosso la sperimentazione della nuova formula di dottorato di ricerca con il coinvolgimento delle imprese interessate organizzate in cluster anziché come singola realtà produttiva.

L’obiettivo di questa nuova proposta di dottorato innovativo a caratterizzazione industriale è quello di ampliare la ricerca a diversi aspetti dell’oggetto di studio, sviluppato in settori economici definiti prioritari e strategici dalla Regione.

La finalità è quella di concedere il sostegno finanziario (borsa di studio) per un numero massimo di 20 progetti di dottorato di ricerca per l’innovazione del sistema regionale, nell’intento di contribuire a qualificare laureati inoccupati o disoccupati al fine di ampliare le competenze di giovani laureati e rafforzare le loro potenzialità occupazionali.

La borsa di studio ricomprende anche il contributo per lo stage all’estero, che ciascun progetto di dottorato di ricerca deve prevedere, per un periodo non inferiore a sei mesi, nonché un periodo di ricerca applicata in una o più aziende afferenti al cluster della durata dagli 8 ai 12 mesi.

Il progetto di ricerca:

  • coinvolge cluster d’imprese e si pone obiettivi di ricerca più ampi rispetto alle specificità di una singola impresa;
  • promuove la collaborazione tra Atenei per addivenire, sia pur nel rispetto dei rispettivi indirizzi di studio, ad una progettazione congiunta, così da affrontare il tema di ricerca in maniera compiuta, approfondendone i diversi aspetti, sperimentando anche con il co-supervisore (tutors/docenti di diversi atenei che progettano e collaborano in sinergia) del progetto stesso. Attraverso la sperimentazione di questa formula di dottorato ci si prefigge di individuare e di sviluppare strategie che valorizzino gli ambiti produttivi di eccellenza tenendo conto del posizionamento strategico territoriale e delle prospettive di sviluppo.

L’ambito è quello della Smart Specialisation Strategy- S3, elaborata a livello europeo per il periodo di programmazione 2014-2020 dei fondi strutturali. A livello nazionale sono state individuate dodici aree di specializzazione: 1. Aerospazio; 2. Agrifood; 3. Blue Growth; 4. Chimica Verde; 5. Design, creatività e Made in Italy; 6. Energia; 7. Fabbrica intelligente; 8. Mobilitá sostenibile; 9. Salute; 10. Comunitá sicure, intelligenti e inclusive; 11. Tecnologie per gli ambienti di vita; 12. Tecnologie per il patrimonio culturale; cui si è aggiunta la tematica “Disaster risk reduction” promossa dalle Nazioni Unite (Sendai Framework 2015-2030) e divenuta centrale nella Agenda della Regione Marche dopo gli eventi sismici del 2016.

La Regione Marche ha individuato quattro ambiti cross–settoriali:

  1. Domotica
  2. Meccatronica
  3. Manifattura sostenibile
  4. Salute e benessere

e inoltre,

  • ICT ed i servizi avanzati alle imprese come ambiti abilitanti trasversali.

I settori prioritari definiti dalla Regione Marche sono:

  • il manifatturiero sostenibile;
  • l’agro alimentare, con una proiezione anche verso la valorizzazione del territorio e del paesaggio a fini turistico- produttivi;
  • la meccanica/meccatronica;
  • la riduzione del rischio di catastrofi naturali.

Potranno anche essere proposti progetti di ricerca in materia di: sicurezza digitale e di economia circolare, nonché in altre aree tra quelle individuate a livello nazionale.

Cluster Marche

Elenco progetti “Dottorati Innovativi” ammessi al finanziamento

Bando 2020

Ultimo aggiornamento  2020/05/25 16:29:38 GMT+2
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432