F.A.Q. sostegno

F.A.Q. sostegno
ELENCO F.A.Q.
 

F.A.Q. Enti accoglienti:

 1          Cosa deve fare l’ente che volesse accogliere studenti iscritti come tirocinanti al corso di sostegno? - Le procedure relative all’avvio di un tirocinio presuppongono la registrazione al nostro sistema informatico di ateneo di un dipendente dell’ente. Se tale procedura fosse stata già svolta in passato non sarà necessario ripeterla, in caso contrario occorrerà svolgerla, eventualmente seguendo le istruzioni disponibili a questo indirizzo internet

https://www.unimc.it/it/didattica/stage-e-inserimento-lavorativo/stage-curriculari/enti-aziende/registrazione-ente.pdf

A seguito di tale procedura saranno attribuite al referente uno user name e una password che permetteranno di accedere all’area riservata del nostro sistema informatico (https://studenti.unimc.it).

 2          L’ente deve essere convenzionato con l’Ateneo? - Sarà sempre necessario stipulare una convenzione anche nel caso in cui siamo già stati accolti in passato studenti dell’Ateneo come tirocinanti. Il referente dell'ente dovrà accedere alla sua area personale dalla pagina web http://studenti.unimc.it. , cliccare sulla voce 'Convenzioni' nel menu di navigazione a destra, e scaricare il modulo, in formato PDF denominato 'convenzione_tirocinio_sostegno_aa_2018_2019.pdf'.  La convenzione dovrà essere firmata digitalmente con apposito dispositivo rilasciato da un certificatore accreditato e spedita tramite posta elettronica certificata all'indirizzo ateneo@pec.unimc.it

 3          L’ente deve stipulare una convenzione per ogni studente iscritto al corso di sostegno? - No, l'Istituto accogliente potrà tutti i tirocinanti che vorrà sulla base di un'unica convenzione. Dovrà inserire, però, i vari nominativi tramite la procedura informatica descritta in questa pagina web:

https://www.unimc.it/it/didattica/stage-e-inserimento-lavorativo/stage-curriculari/enti-aziende/avvio-tirocinio-con-studente-noto_06082019-sostegno.pdf

 4          Sono un ente già convenzionato con l'Ateneo sono considerato automaticamente registrato nel sistema informatico? - No, si tratta di due situazioni differenti. La registrazione informatica serve per ottenere delle credenziali necessarie per inserire i dati del progetto formativo. Se l'ente ha accolto tirocinanti prima del 2017, quando il proggetto formativo era approvato tramite un modulo cartaceo, è probabile che non abbia un account informatico. In questo caso dovrà ottenerlo attraverso la procedura di registrazione eventualmente seguendo le istruzioni disponibili a questo indirizzo internet

https://www.unimc.it/it/didattica/stage-e-inserimento-lavorativo/stage-curriculari/enti-aziende/registrazione-ente.pdf

 5          Sono un ente registrato ma non ricordo le credenziali necessarie per accadere, come posso fare per recuperarle? - Per il recupero delle password si potrà compilare la maschera questa pagina web, relativamente alla sezione riservata ai Referenti enti o aziende:

https://studenti.unimc.it/Anagrafica/PasswordDimenticata.do

 6          Mi sono registrato ed ho le password, come posso inserire i dati relativi al progetto formativo ? - La procedura si avvia cliccando su llink 'Avvia tirocinio con studente noto' dall'area Tirocini e Stage. E' disponibile, se fosse necessario, una guida a questa pagina web.

https://www.unimc.it/it/didattica/stage-e-inserimento-lavorativo/stage-curriculari/enti-aziende/avvio-tirocinio-con-studente-noto_06082019-sostegno.pdf

 7          Quali sono i requisiti che devono essere posseduti dal docente scolastico, tutor del tirocinante? - I requisiti sono definiti dal D.M. 30/09/2011 nell'allegato b: 

Il tutor dei tirocinanti e' un docente individuato fra coloro che prestano servizio presso l'istituzione scolastica sede del tirocinio diretto. E’ individuato sulla base della disponibilità, del curriculum, di incarico di insegnamento per non meno di 7 anni, e secondo le priorità di seguito indicate:

-docente in servizio con contratto a tempo indeterminato, specializzato per le attivita' di sostegno, incaricato su posto di sostegno, con non meno di 5 anni di anzianità di servizio;

-docente in servizio con contratto a tempo indeterminato, specializzato per le attivita' di sostegno, incaricato su posto comune o disciplinare, con non meno di 5 anni di anzianità di servizio su posto di sostegno (ruolo o pre-ruolo).

8          E' possibile che le funzioni di tutor siano assolte da un docente senza i requisiti indicati dall'allegato b del D.M. 30/09/2011 - No, non è possibile. E' ipotizzabile, tuttavia, che l'Istituto Scolastico definisca un docente in possesso dei requisiti richiesti come tutor supervisore di vari tirocinanti. Questi ultimi svolgeranno le attività in classi diverse, quindi, anche in assenza del tutor supervisore, seguiti dall'insegnante presente nella classe in quel momento. In questo caso, però, è opportuno che la tabella finale relative alle attività del tirocinante sia firmata dal tutor supervisore. In alternativa i vari docenti presenti nella classe potranno apporre la loro firma accanto alle ore in cui il tirocinante era presente assieme a loro e il tutor supervisore potrà apporre la sua firma in calce al documento. 

9          C'è un numero massimo di tirocinanti che possono essere seguiti dallo stesso tutor scolastico. - Non ci sono limiti definiti dalla normativa vigente, è fatta salva, tuttavia, l'autonomia del Dirigente Scolastico. 

10          Nell'inserimento del progetto formativo viene inserita come data finale il 30/06/2020. Occorre cambiarla?  - La data inserita dal sistema si riferisce al termine ultimo di validità della convenzione e occorre indicarla perchè sia garantita la copertura assicurativa dell'Ateneo in caso di sinistro. Tuttavia le attività di tirocinio dovranno necessariamente terminare prima, in tempo utile per il sostenimento dell'esame finale da parte del tirocinante. Al momento tale data non è stata specificata dal Dipartimento, suggeriamo, quindi di lasciare la data generica del 30 giugno 2020 per assicurare la validità della polizza assicurativa.

F.A.Q. studenti:

 1          Dove posso trovare una lista degli enti disponibili ad accogliere studenti? Esistono degli elenchi delle scuola accreditate per l'accoglienza di tirocinanti iscritti ai corsi di sostegno, che vengono redatti dai vari Uffici Scolastici Regionali.  Si precisa che l'elenco dell'Ufficio Scolastico Regionale che sarà preso in considerazione per la verifica sarà quello relativo all'anno scolastico 2019/2020, ossia l'anno scolastico in corso alla data di inizio delle attività del tirocinante. Se l'Ufficio Scolastico regionale non avesse pubblicato tale elenco si farà riferimento all'ultimo elenco pubblicato.

2          Nel caso non potessi svolgere il tirocinio per alcuni giorni devo inviare una comunicazione all’Ufficio? In caso di malattia o altro impedimento non dovrà essere effettuata nessuna comunicazione all'Università. Le ore non svolte dovranno essere recuperate in altra data in accordo con l'ente ospitante. Nel caso venga superata la data finale indicata nel progetto formativo dovrà essere richiesta un proroga dall'area personale dello studente almeno 7 giorni prima della termine.

3          Il tirocinante è coperto da un ‘assicurazione? La copertura assicurativa avviene tramite la c.d. gestione per conto dello stato disciplinata dal DPR 1124/65, in particolare l'art. 4  comma 5. L'INAIL, in base a tale normativa, copre gli infortuni da cui derivi un'invalidità civile dello studente assicurato. L 'Ateneo, inoltre, ha stipulato altre due polizze presso enti privati per la copertura di danni a terzi e per infortuni generica. Gli estremi delle polizze risulteranno nel riepilogo del progetto formativo generato dopo l’approvazinoe dello stesso. La copertura assicurativa comprende tutte le attività del tirocinante che rientrino nella descrizione del progetto formativo e che siano svolte, quindi, sotto la direzione del tutor aziendale.

4          Il progetto formativo non è stato ancora approvato. Ci sono problemi?  Quando l'ente ospitante compila correttamente la maschera relativa al progetto formativo lo studente riceve una email con oggetto "Domanda di tirocinio formativo.." seguito dal nome dello studente. L'email viene inviata sia all'indirizzi email fornito dall'Ateneo, terminante con @unimc.it, sia all'indirizzo privato fornito al momento della registrazione. Se questa email non è stata ricevuta l'ente non ha compilato correttamente la maschera e quindi converrà contattare l'ente.

Lo studente che riceva la email di cui sopra deve entrare nella sua area personale, accettare il progetto formativo e indicare il nome del tutor accademico. In questo modo sarà generata una email automatica dal sistema. Gli uffici amministrativi, dopo aver verificato l'esistenza ci una convenzione vigente e l'inserimento della Scuola negli elenchi dell'Ufficio Scolastico Regionale di afferenza, autorizzeranno l'avvio del tirocinio e invieranno una email in tal senso allo studente e all'Istituto ospitante. Nel caso ciò non avvenisse sarà inviata una email ai soggetti interessati indicando il problema verificatosi.

5          Nel conteggio delle ore come vanno considerate le ore che la scuola computa in 50 o 55 minuti? - La normativa parla di ore di tirocinio riferendosi al contesto scolastico. Per questa ragione nel computo delle ore obbligatorie possono essere considerate anche le ore di lezione di 50 o 55 minuti.

6         Sono uno studente che ha un incarico di docenza nella stessa scuola dove svolgo il tirocinio. Posso partecipare alle riunioni degli organi collegiali dove devo partecipare anche in virtù del mio contratto di lavoro. ? - Il ruolo del tirocinante è diverso da quello del lavoratore e quindi le due attività non sono sovrapponibili.  Nel caso della partecipazione agli organi collegiali si tratta di attività non ripetibili e con una notevole valenza formativa. Tali elementi potrebbero giustificare un'eccezione, fatto salvo sempre il parere del Dirigente Scolastico.

Ultimo aggiornamento6settembre2019
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432