CONVEGNO INTERNAZIONALE | Cibo e vino

CONVEGNO INTERNAZIONALE | Cibo e vino

RAPPRESENTAZIONI, IDENTITÀ CULTURALI E CO-CREAZIONE DI SVILUPPO SOSTENIBILE
13settembre2019
  • Quando21/11/2019 dalle 09:00 alle 19:00 (Europe/Berlin / UTC100)
  • Tutte le date21/11/2019 dalle 09:00 alle 19:0022/11/2019 dalle 09:00 alle 19:00
  • DovePolo Didattico Bertelli + Auditorium UniMC
  • Aggiungi un evento al calendarioiCal
  • Allegati
  • 21 novembre, ore 9.00 - 13.30; 15.00 - 19.00 | Sala del Consiglio, Polo Didattico Bertelli | Piazzale Bertelli 1
  • 22 novembre, ore 9.00 - 13.30; 15.00 - 19.00 | Auditorium UniMC | via Padre Matteo Ricci

> MODULO REGISTRAZIONE

> PROGRAMMA

RICONOSCIMENTO CFU
Agli studenti delle classi di laurea L-1/L-15, LM-49, LM-89 (dipartimento SFBCT) e L-36 LM-52, LM-62 (dipartimento SPOCRI) che seguiranno tutte le sessioni delle due giornate e che compileranno un questionario online sul contenuto del convegno secondo le modalità che verranno indicate dal prof. Alessio Cavicchi, saranno riconosciuti 2 CFU

Concepito come evento di chiusura dei progetti The Wine Lab e FoodBiz, questo evento ha due obiettivi principali.

Da un lato si intende approfondire il legame millenario fra il vino e il cibo e le pratiche culturali che definiscono le identità collettive, insieme alle espressioni letterarie ed artistiche di tale legame. 

Dall’altro, si vuole sottolineare il valore di un Ateneo umanistico nel contribuire alla valorizzazione delle risorse culturali immateriali presenti sul territorio attraverso un processo di co-creazione che coinvolge docenti, studenti, stakeholder e comunità locali e che riguarda tutte le missioni dell’Università: ricerca, didattica e trasferimento di conoscenza.

I giorno. Cibo e vino: identità, arte e cultura

La solida presenza del vino nella letteratura biblica e nell’antichità greco-latina assume, con l’affermarsi delle civiltà europee fra Medioevo e Rinascimento, delle cornici di riferimento via via più codificate, tanto nella poesia quanto nella prosa, fino a trovare nel romanzo, fra XVIII e XIX secolo, uno degli spazi simbolici più congeniali alla sua rappresentazione. Dall’altro lato, il cibo si colloca alle radici stesse del rapporto fra natura e cultura, fra materialità e immaginario, fra identità e alterità, ed è divenuto un oggetto sempre più centrale dell’attenzione degli studi letterari, artistici e storici degli ultimi decenni. L’incontro si propone di riflettere, grazie al contributo di studiosi italiani ed internazionali, sulla presenza del vino e del cibo nell’arte e nella letteratura in prospettiva diacronica e in riferimento a diverse aree geografiche, quali l’Italia, il mondo ispanico e ispano-americano, la Francia, il mondo anglofono.

II giorno. Cibo e vino: verso la co-creazione di percorsi di sviluppo sostenibile

Negli ultimi decenni in tutta Europa c'è stato uno spostamento verso un ruolo più sociale delle università. In particolare, gli approcci della "tripla” e “quadrupla elica" enfatizzano l'innovazione come risultato dei legami tra università, imprese, decisori politici e comunità locale. L’università diventa così un attore chiave all'interno di un sistema territoriale. In un contesto rurale come quello caratteristico delle aree interne marchigiane, le relazioni che si instaurano tra i soggetti del territorio e la necessità di nuove competenze per lo sviluppo locale, richiedono una conseguente trasformazione del ruolo degli istituti educativi del terziario superiore. Si tratta di co-creare esperienze di valore con e per il territorio. I metodi per favorire l’incontro, il dialogo e la co-creazione possono essere molto semplici, come l’organizzazione congiunta di eventi, o anche più articolati, come processi partecipativi orientati alla creazione di hubs e altri tipi di rete strutturata che coinvolgono attori diversi verso una idea comune di sviluppo. Determinati tipi di attività possono diventare uno strumento didattico importante per gli studenti, per favorire l’acquisizione di competenze trasversali in molteplici discipline.

dip sfbct.jpgghino valenti.pngb5a62cea-4ac4-4927-9738-2b3b1df34da6.pngfoodbiz.pngerasmus.png
Ultimo aggiornamento19novembre2019
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432