Segnalazioni e reclami

Al fine di far emergere criticità e differenti punti di vista, nell'ottica del miglioramento continuo, è stato predisposto il seguente form che permetterà di acquisire segnalazioni, suggerimenti e reclami da tutti i nostri portatori d'interesse.

I soggetti segnalanti, la cui identità non è divulgata, sono tutelati contro ogni forma di discriminazione, penalizzazione e ritorsione. Il Presidio della Qualità di Ateneo (PQA), infatti, garantisce l’assoluta riservatezza ed anonimato delle persone segnalanti, fatti salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti dell’Ateneo.

Il PQA garantisce, altresì, ai soggetti segnalanti, ove identificabili, il puntuale riscontro sull’esito della segnalazione, attraverso l’invio di una mail nel proprio indirizzo di posta elettronica.
Come da revisione della procedura richiesta dal Senato Accademico nella seduta del 26 aprile 2016, il PQA non dà immediato seguito alle segnalazioni anonime. Le segnalazioni anonime vengono istruite solo se confermate da almeno una segnalazione non anonima.

In tal caso, il PQA procede preliminarmente a valutare la fondatezza e rilevanza delle segnalazioni rispetto ai propri compiti, purché siano circostanziate e sufficientemente motivate. Non saranno prese in considerazione le segnalazione che, oltre a non possedere le caratteristiche sopra richiamate, contengono fatti generici, confusi e/o palesemente diffamatori.

Per ulteriori dettagli sulla procedura delle "Segnalazioni e reclami".

Dati anagrafici
Struttura destinataria
Segnalazione/reclamo
Informativa sulla privacy
L’Università degli Studi di Macerata, ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003, nonché del "Regolamento per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari" emanato in attuazione del predetto D.Lgs. con D.R. n. 1 del 3.1.2006, è titolare del trattamento dei dati personali acquisiti mediante l’invio della segnalazione. Riconosciuta la legittimità anche di segnalazioni anonime, il conferimento dei dati appare facoltativo ed un rifiuto del soggetto, in tal senso, non comporterà nessuna conseguenza circa la validità dell’operato del PQA. Il segnalante resta, in ogni caso, personalmente responsabile dell’eventuale contenuto diffamatorio delle proprie comunicazioni all’Ateneo, che mediante il PQA, si riserva il diritto di non prendere in considerazione le segnalazioni prodotte in evidente “malafede”. I dati personali forniti non avranno alcun ambito di comunicazione e diffusione.
Autorizzo il trattamento dei dati personali