Home Libri / Suggerimenti Francesco Orilia, Singular Reference: A Descriptivist Perspective, "Philosophical Studies", Springer, Dordrecht 2010.

Francesco Orilia, Singular Reference: A Descriptivist Perspective, "Philosophical Studies", Springer, Dordrecht 2010.

Il riferimento singolare a noi stessi e agli oggetti ordinari che ci circondano è un tema filosofico di grande importanza, perché figura in modo cruciale in qualsiasi tentativo di comprendere come mente e linguaggio siano connessi alla realtà. Questo libro spiega perché filosofi quali Frege, Russell e Reichenbach abbiano preferito nella prima metà del Novecento un approccio descrittivista al riferimento singolare e perché invece in tempi più recenti Donnellan, Kripke, Kaplan e altri abbiano favorito un punto di vista referenzialista. Il referenzialismo è tuttora dominante, ma non è soddisfacente, al contrario del descrittivismo, nella sua trattazione degli atteggiamenti proposizionali e dei termini singolari non denotanti. Il libro propone di uscire da questa difficoltà con una teoria che incorpora aspetti del descrittivismo di Frege, Russell e Reichenbach, senza soccombere alle critiche anti-descrittiviste che hanno decretato il successo del referenzialismo. La teoria propone un’analisi uniforme dei sintagmi nominali, in particolare delle descrizioni definite, dei nomi propri e degli indicali, anche nei loro usi anaforici.

Indice
Preface.- 1. Introduction: Referentialism versus Descriptivism.- 2. Background notions.- 3. Why descriptivism was so successful.- 4. Why Referentialism is so successful.- 5. Definite descriptions and proper names.- 6. Indexicals.- 7. Tense, temporal indexicals and other miscellaneous issues.- 8. Conclusion: accounting for the referentialist data.- Bibliography.- Appendix.- Analytical Index.

Ulteriori informazioni si possono trovare al sito della Springer all’indirizzo http://www.springer.com/philosophy/book/978-90-481-3311-6.

inAteneo

InATENEO