Home Primo piano L'Università di MACERATA tra i fondatori di CultLab

L'Università di MACERATA tra i fondatori di CultLab

E' stato presentato il 19 dicembre all'Università di Macerata in occasione del convegno sul Distretto Culturale Evoluto della regione Marche e poi a Urbino il 28 gennaio, “CultLab - Spin off di impresa culturale”. Il progetto è promosso e finanziato dai G.A.L. delle Marche (PSR 2007-2013 – Asse IV - Approccio LEADER – Misura 421 – Cooperazione in territoriale e trasnazionale) in coerenza con i principi ispiratori del “Distretto Culturale Evoluto” della Regione Marche.

L'Università di Macerata (e in particolare una task force del Dipartimento di Studi Umanistici) e l'Università di Urbino e la Meccano spa (organismo di ricerca riconosciuto dal Ministero della ricerca scientifica e tecnologica) lo hanno creato in associazione temporanea di scopo su incarico dei G.A.L. (Gruppi di azione locale) delle Marche. Si tratta di un incubatore pensato e progettato per assistere in maniera totalmente gratuita la nascita di imprese culturali, creative e innovative delle Marche (attive, a solo titolo di esempio, nei settori dei servizi al patrimonio culturale, restauro, design, valorizzazione dei beni culturali, nuovi servizi al turismo, alla cultura, nuove tecnologie per la promozione e gestione del territorio, della cultura e della ricerca).

Il progetto offrirà alle imprese che verranno selezionate ai sensi di un bando che scadrà il 9 marzo prossimo (reperibile sul sito www.cultlab.it) sei mesi di assistenza per la definizione del progetto di impresa (come la predisposizione di un attendibile business plan, assistenza finanziaria, gestionale ed economica, consulenza legale, di marketing e cultura d’impresa, competenze ed esperienze nella gestione dei beni culturali), avvalendosi della collaborazione di un nutrito di imprese manifatturiere delle Marche (tra le quali Ariston, Eli edizioni, Elica, Loccioni, Guzzini, Pieralisi) e di istituzioni culturali tra le quali Amat, Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, Fondazione Marche cinema multimedia, Symbola, Rossini Opera Festival, Fondazione LavoroPerLaPersona, nonché della Fondazione Marche, già da tempo attiva nel sostegno delle start up innovative.

Sarà offerta anche la possibilità di disporre di sedi, laboratori e uffici a condizioni particolarmente vantaggiose attrezzate dai Comuni delle Marche situati nelle aree LEADER del Piano di sviluppo rurale. L’attività dell’incubatore è affiancata da un’azione di sensibilizzazione del mondo dell’impresa marchigiana che si svolgerà nel periodo gennaio-maggio 2015 con workshop, incontri e seminari organizzati con la collaborazione della Fondazione Casoli e dell’associazione Sineglossa.

Il coordinamento del progetto è affidato a una task force composta da Giorgio Mangani, editore, project manager; Carla Danani (Università di Macerata); Giorgio Calcagnini e Germana Giombini (Università di Urbino); Letizia Urbani (Meccano spa), responsabile organizzativo; Alessandra Panzini, grafico e web designer.

CultLab – Spin off di impresa culturale

CultLab è un incubatore creato dalle Università di Macerata e Urbino e da Meccano spa per sostenere progetti di impresa culturale che abbiano almeno una sede nelle Marche, nei territori che hanno titolo per accedere ai finanziamenti del Piano di Sviluppo Rurale. I settori di intervento delle imprese potranno essere costituiti, a titolo di esempio, da servizi al patrimonio culturale, restauro, design, valorizzazione dei beni culturali, nuovi servizi al turismo,  e alla cultura, nuove tecnologie per la promozione e gestione del territorio, della cultura e della ricerca. Numerose sono le attività di workshop e incontri che si svolgeranno tra gennaio e maggio 2015, per aiutare chi ha una buona idea a metterla in forma d'impresa! Tutte le date delle iniziative sono reperibili sul sito.

L’incubatore sosterrà, con le competenze delle due Università e della Meccano (organismo di ricerca riconosciuto dal Ministero della ricerca scientifica e tecnologica), alcuni progetti di impresa selezionati in base al bando scaricabile sul sito www.cultlab.it (scadenza 9 marzo 2015). L’assistenza consisterà nella prestazione totalmente gratuita di momenti di formazione, confronto e incontro, anche con aziende leader delle Marche, consulenza personalizzata alle necessità delle start up (come la definizione di un attendibile business plan, assistenza finanziaria, gestionale ed economica, legale, di marketing e cultura d’impresa, competenze ed esperienze nella gestione dei beni culturali). Viene inoltre offerta anche la possibilità di accedere ad agevolazioni e sostegni della Fondazione Marche, della Regione Marche e degli istituti finanziari convenzionati con CultLab.

Per ulteriori informazioni:

www.cultlab.it

segreteria@cultlab.it

 

 

 

 

inAteneo

InATENEO