Home Eventi "CAFFE' filosofici": Diritto/Diritti

"CAFFE' filosofici": Diritto/Diritti

Diritto/Diritti è il titolo del prossimo Caffè Filosofico organizzato da studenti e studentesse dei corsi di laurea in Filosofia e Scienze Filosofiche, nell'ambito del ciclo 2015 dal titolo (R)Esistere. A discutere il tema hanno chiamato per l'occasione Arianna FERMANI e Sergio LABATE, docenti di Filosofia nel nostro Ateneo. L'appuntamento è per il giorno 14 ottobre, mercoledì, alle ore 18.15, alla Civica Enoteca Maceratese in Corso della Repubblica, 51.

Come tutti i titoli dei Caffè Filosofici 2015, anche questo "gioca" sul movimento singolare/plurale. Il tema del diritto si lega, sin dalle origini, a quello del dovere, a questioni quali la responsabilità dell'agire, la formazione del costume e la realizzazione dell'essere  umano come singolo e come cittadino... Ma la declinazione plurale del tema, ovvero l'attenzione ai "diritti", allarga ulteriormente il quadro, e lo mette in movimento: implicando la messa in campo e il rispetto delle differenze, mettendo in evidenza la problematica della loro pluralità, del loro possibile confliggere, della loro identificazione, definizione, riconoscimento.... Il tramonto dell'età dei diritti, di cui oggi si parla, porta con sé un groviglio di contraddizioni: perchè se si assiste da un lato a una pretesa ipertrofica di estensione dei diritti stessi, dall'altro avanza un'erosione sempre più accentuata di diritti un tempo dati per fondamentali. Sempre più diritti sono pretesi e sempre meno persone ne sperimentano la garanzia effettiva. Come coniugare, allora, l'esigenza dell'universalismo dei diritti con la necessità storica delle loro differenziazioni, a partire dal pluralismo delle culture e dalle diseguaglianze sociali sempre più accentuate che appaiono di fatto negare l'idea che i diritti siano per loro natura uguali per tutti? 

Il Caffè Filosofico intende essere un luogo dove poter discutere, aprire questioni, ripensare categorie, in un confronto rispettoso e sereno rigorosamente aperto a tutta la cittadinanza.

inAteneo

InATENEO