Home Notizie Il Web come piazza per la comunità universitaria

Il Web come piazza per la comunità universitaria

Il Web come piazza per la comunità universitaria

Il Web come piazza per la comunità universitaria

La gestione di qualità del portale di UniMC

di Pierluigi Feliciati *

L'attuale portale web di UniMC, rilasciato nel 2012,  fu frutto di un importante progetto di ristrutturazione tecnica e organizzativa, attivato nel quadro della riorganizzazione dell'Università di Macerata in attuazione della legge nazionale di riforma del 2010, la cosiddetta legge Gelmini. Il portale, basato su tecnologie open source e interamente realizzato dai tecnici UniMC, dopo un lustro necessita diversi interventi di aggiornamento e adeguamento. Un buon ambiente web non può essere avulso dalle esigenze e dai cambiamenti di una comunità complessa e dinamica come quella del nostro Ateneo, anche in relazione con il contesto nel quale opera: la piena entrata in vigore del sistema di qualità Ava e delle linee guida Anvur per l'accreditamento degli Atenei ci convince come sia necessario investire attenzione continua alla nostra “piazza” Web.

Sono stati messi in programma diversi interventi di miglioramento e aggiornamento che intendono rafforzare la coesione, coerenza e correttezza complessiva dei contenuti, allineando le pagine gestite dalle strutture centrali con quelle dei dipartimenti e dei singoli docenti, facilitandone la navigabilità e la reperibilità delle informazioni da parte di tutti gli utenti. Due azioni cruciali consisteranno nel rendere disponibile una porzione ancor più ingente di contenuti in diverse lingue, per sostenere la spinta all'internazionalizzazione, e gli interventi che miglioreranno l'accessibilità universale ai contenuti per tutti gli utenti in tutti i contesti, in sinergia con il progetto Inclusione 3.0.

Ma la vera novità del progetto Qualità Web UniMC, in azione dagli ultimi mesi del 2017, sta nel rovesciarne la logica progettuale e gestionale, per garantire che la qualità di un prodotto tanto dinamico come un portale Web non sia solo nella fase di avvio, ma si mantenga come condizione stabile e aggiornata. Prima di tutto è stato costituito un tavolo di coordinamento sulla comunicazione web, che mette insieme delegati rettorali, responsabili e referenti operativi di centri, dipartimenti e aree. Poi, le azioni di miglioramento dei menu di navigazione, delle pagine e dei singoli contenuti man mano che vengono attivate sono sottoposte alla valutazione sistematica e scientifica da parte di un focus group composto dal presidio di qualità, da un campione di studenti, di docenti e di personale tecnico-amministrativo, simulando i comportamenti e anticipando il grado di soddisfazione dell'intero target di utenza. Per la valutazione del grado di usabilità dei servizi e delle pagine web si sta applicando il modello eGLU sviluppato dal gruppo di lavoro attivato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento Funzione Pubblica, che garantisce risultati affidabili sulla probabile qualità d'uso delle pagine e dei servizi.

*Delegato del Rettore per l’informatica e il sistema informativo di Ateneo

Prossimi eventi
InAteneo

InATENEO

Iscriviti