Home Notizie Biblioteche, una rete più estesa ed accessibile

Biblioteche, una rete più estesa ed accessibile

Biblioteche, una rete più estesa ed accessibile

Biblioteca

di Elisabetta Michetti*

Nel corso del 2017 le principali azioni intraprese nell’ambito del Sistema Bibliotecario d’Ateneo sono state rivolte al perseguimento di molteplici obiettivi di sviluppo.

Migliore accessibilità per tutti
Con lo scopo di fornire anche agli studenti stranieri maggiori competenze nella ricerca bibliografica, sono stati offerti dei cicli di seminari in lingua inglese nell’ambito del progetto Bibliorienta. Maggiore attenzione è stata rivolta ai nostri studenti, sia attuali, attraverso l’organizzazione di seminari informativi rivolti alle matricole per presentare i principali servizi forniti dal sistema, sia potenziali, attraverso l’organizzazione di biblio-tour all’interno della Biblioteca didattica d’Ateneo in occasione delle giornate di orientamento. Con l’obiettivo di creare una Biblioteca Inclusiva, abbiamo preso parte al progetto Inclusione 3.0 rivolto ai nostri studenti con disabilità: sono state istallate postazioni tecnologiche nella Biblioteca Didattica d’Ateneo e nella Biblioteca di Scienze della Formazione, dei Beni culturali e del Turismo e i volumi adottati editi dalle Eum sono stati resi disponibili in versione digitale leggibile mediante sintetizzatore vocale.

Divulgazione
Al fine di dare maggiore visibilità alle nostre biblioteche come spazio per attività culturali aperto anche al grande pubblico , sono stati promossi diversi eventi tra cui il “Decennale dell’Inaugurazione del CASB-Biblioteca Didattica d’Ateneo”, la partecipazione alla Notte della Ricerca con il dibattito intorno al film “Il diritto di contare”, oltre ad altre numerose attività, come la mostra fotografica di Sara Bruni, il concerto di musica da camera per violoncello e pianoforte, presentazioni di libri, dibattiti, tavole rotonde.

Polo Marche Sud e letteratura scientifica
Abbiamo avuto un ruolo attivo nella definizione del nuovo assetto del Sistema Bibliotecario Regionale - polo SBN: a Unimc è stato attribuito il ruolo di gestore tecnico-informatico del polo Marche Sud, che ricomprende le biblioteche delle province di Macerata, Fermo ed Ascoli Piceno. Abbiamo partecipato, all’interno di un gruppo di lavoro che ha visto coinvolte anche le aree giuridica, della ricerca e dell’informatica, alla redazione di un documento di proposta di policy d’Ateneo sull’accesso aperto alla letteratura scientifica, per rispondere ai crescenti vincoli normativi che sempre più spesso impongono il deposito in accesso aperto dei risultati della ricerca scientifica, nel rispetto della normativa sui diritti d’autore.

I prossimi obiettivi
Per il prossimo futuro, continueremo a muoverci lungo i sentieri già tracciati per rafforzare ulteriormente il servizio.  Queste sono solo alcune delle principali azioni da intraprendere: i seminari bibliorienta potranno essere offerti in altre lingue; andranno stabiliti accordi con altri editori (il Mulino, Franco Angeli etc.) per poter ampliare l’offerta dei manuali consultabili dai nostri studenti con disabilità; la fase operativa che ci vede protagonisti nel Polo Bibliotecario Marche Sud dovrà essere messa a punto ed, infine, il documento che disciplina l’accesso aperto alla letteratura scientifica dovrà essere discusso ed approvato.  Restano da affrontare alcune criticità: la frammentazione delle strutture bibliotecarie rappresenta un ostacolo ad un più efficiente impiego delle risorse e la consistente riduzione del personale degli ultimi anni rende a volte difficile anche lo svolgimento di attività ordinarie.

* Delegata del Rettore per il sistema bibliotecario d’Ateneo

Prossimi eventi
InAteneo

InATENEO

Iscriviti