GIURISPRUDENZA #iscrizioni2018 #infinitimondi

Dal 1290 lo studio del diritto a Macerata continua ad affascinare i giovani studenti
10 settembre 2018
Sarà il forte anelito alla legalità. Saranno l'innato senso di giustizia e il forte desiderio di rendersi utili alle comunità in cui vivono o, forse, la voglia di essere protagonisti ansiosi di cambiare il mondo combattendo le ingiustizie e contribuendo a regolare i meccanismi e gli strumenti del nostro vivere civile. C'è un po' di tutto questo alla base della scelta di molte ragazze e ragazzi di avvicinarsi alllo studio del diritto e di iscriversi al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenzache può considerarsi l'erede naturale dello Juris Studium del 1290, quello delle origini dell'ateneo maceratese. Lo stesso studio del diritto che, ancora oggi, caratterizza molti dei percorsi  di studio UniMC.
Intere generazioni si sono formate alla scuola di valenti giuristi che si sono avvicendati nei secoli nell'insegnamento, contribuendo a fare dell'Università di Macerata una prestigiosa fucina di uomini di leggeavvocati, magistrati, notai, esperti legali, figure professionali alle quali accedere una volta completato il percorso di studio e conseguito il diploma di laurea.

Ciondimeno il Dipartimento di Giurisprudenza si distingue anche per i corsi di laurea che formano i nuovi professionisti del diritto.
Lo fa con il corso di laurea triennale in scienze giuridiche applicate, che diploma operatori giudiziari e criminologici, consulenti per il lavoro, consulenti dei trasporti.
Per questi laureati le opportunità di inserimento nel mondo del lavoro sono molteplici. Solo a titolo esemplificativo i ruoli che possono essere ricoperti sono: pubblici ufficiali autenticatori, consulenti per la circolazione dei mezzi di trasporto, raccomandatari e mediatori marittimi, agenti aerei, spedizionieri doganali, operatori terminalisti e di logistica, ship-manager; consulenti del lavoro; operatori della mediazione nell'ambito della famiglia e dei minori, dirigenti di comunità per minori e, in genere, soggetti operanti nell'area della marginalità sociale, assistenti e consulenti di studi legali e notarili, investigatori privati, operatori di organizzazioni internazionali non governative (ONG).

Una spiccata formazione giuridica è a base anche del corso di laurea triennale in scienze dei servizi sociali – l’unico in Italia con una decisa impostazione giuridica - per l’accesso alla professione di assistente sociale e alla collocazione professionale in aree pubbliche e private del profit e del no profit.
Ilpercorso può essere continuato acquisendo un'ulteriore specializzazione con le frequenza del corso di laurea magistrale in politiche e programmazione dei servizi alla persona, per l’accesso alla professione di assistente sociale specialista e alla collocazione professionale apicale in aree pubbliche e private del profit e del no profit.

A completare l’offerta del Dipartimento di Giurisprudenza il corso di laurea magistrale in scienze dell'amministrazione, con la possibilità di approfondire la conoscenza degli aspetti giuridico-istituzionali del funzionamento delle pubbliche amministrazioni (Public Law); o con il percorso Business Law che, invece, mira ad una più avanzata comprensione delle dinamiche economiche e delle organizzazioni imprenditoriali private.
L’accesso al mondo del lavoro è possibile in qualità di funzionari nei comparti amministrativi degli organi dello stato, delle amministrazioni statali, degli enti pubblici territoriali e delle associazioni, istituzioni e fondazioni private con finalità di carattere pubblico, con funzioni di elevata responsabilità e compiti organizzativi, gestionali e di controllo.

Iscriversi ad uno dei corsi attivati dal Dipartimento di Giurisprudenza ha cinque sicuri vantaggi:

1 -  La struttura è stata riconosciuta dal MIUR | Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca come “Dipartimento di eccellenza” e rientra nel novero dei “magnifici 180” finanziati con risorse extra.

2 - Lo studio del diritto, fondamentale in questo tipo di percorso formativo, si accompagna a un approccio innovativo nella didattica e nella ricerca, che comprende formazione linguistica, dimensione internazionale e attenzione al mondo del lavoro

3 - La possibilità di acquisire un doppio titolo internazionale: il che significa che il diploma di laurea conseguito a Macerata ha valore legale anche in Francia. Questo grazie ad accordi siglati da UniMC con l'Università di Orlèans e con la Faculté Libre de Droit et d'Economie et de Gestion | FACO di Parigi, che permettono di trascorrere dei periodi di studio in Francia, e di acquisire, così, una solida formazione nel diritto e nella lingua francese.

4 - La professionalizzazione degli studenti attraverso convenzioni con la Corte di Appello delle Marche, Direzione Territoriale del Lavoro di Macerata, Commissione tributaria di Ascoli Piceno, Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ascoli Piceno e di Macerata.

5 - Iscriversi al primo anno del corso magistrale a ciclo unico di Giurisprudenza a Macerata costa meno perché si beneficia di un consistente esonero parziale sui contributi da versare.

Consulta lo speciale Iscrizioni 2018

Scarica la brochure dell'Offerta formativa UniMC a.a.2018/2019

Vai al bando per l'ammissione alla Scuola di Studi superiori Giacomo Leopardi

Ultimo aggiornamento 11 settembre 2018
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432