Scuola per le professioni legali, aumenta la preparazione pratica

Parte dall’Università di Macerata la riforma delle Scuole di Specializzazione. Il direttore Enrico Damiani: “Offriremo maggior supporto per le prove scritte del concorso in magistratura e dell’esame di avvocato”.

Un percorso di innovazione per rendere sempre più efficace la formazione di aspiranti magistrati, notai o avvocati: parte dall’Università di Macerata la riforma delle Scuole di Specializzazione per le professioni legali.

Il Consiglio direttivo della Scuola UniMC ha, infatti, presentato una proposta di modifica della legge istitutrice delle Scuole al presidente dei Direttori dei Dipartimenti di Giurisprudenza d'Italia. Il documento si basa sullo specifico apporto di una commissione ristretta composta da docenti e professionisti: il direttore Enrico Damiani, notaio, e i professori Carlo Piergallini, già magistrato, e Stefano Villamena, avvocato.

“L’iniziativa - spiega il direttore Damiani - viaggia parallelamente alla riorganizzazione dei corsi della Scuola maceratese. L’idea centrale è quella di offrire maggior supporto agli studenti per prepararli alle prove scritte del concorso in magistratura e dell’esame di Stato di avvocato. Aumenteranno le ore delle materie degli scritti - diritto civile, penale e amministrativo – e le prove scritte. Verranno organizzate anche alcune giornate in cui si procederà a simulare le prove concorsuali”.

I primi appuntamenti sono per la metà del mese prossimo - 19, 20 e 21 settembre – con seminari formativi che consentiranno di illustrare, anche dal punto di vista teorico e pratico, come ci si prepara ai concorsi o agli esami di stato, come si svolge una traccia o si redige un parere.

Il diploma rilasciato dalla Scuola costituisce un titolo spendibile nei vari concorsi pubblici per l’accesso alle carriere forense, giudiziaria e notarile e utilizzabile per arricchire il proprio curriculum.

Pur essendo un corso biennale, la frequenza è limitata al periodo che va da ottobre a maggio e solo nei fine settimana, dal giovedì al sabato mattina, consentendo quindi agli studenti di svolgere anche altre attività finalizzate alla preparazione di esami o concorsi.

Cs n. 118/2019

Ultimo aggiornamento8agosto2019
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432