La mobilità sanitaria, confronto tra studiosi, istituzioni e associazioni di volontariato

13/03/2018. Per analizzare - per la prima volta in Italia - il fenomeno da un punto di vista economico-giuridico, il Dipartimento di Giurisprudenza, ha organizzato un convegno interdisciplinare per giovedì 15 marzo

In Italia ogni anno circa 800 mila malati si spostano sul territorio nazionale per poter accedere alle migliori cure. Molto spesso i pazienti e i loro parenti sono, quindi, costretti a vivere distanti da casa, sostenendo costi molto alti e spesso inaccessibili. Il che rende il sistema iniquo nel suo complesso.

Per analizzare - per la prima volta in Italia - il fenomeno della mobilità sanitaria da un punto di vista economico-giuridico, l’Università di Macerata, Dipartimento di Giurisprudenza, in collaborazione con di Tueamore Onlus e la Federazione Italiana delle Associazioni di volontariato in oncologia, ha organizzato il convegno interdisciplinare “La mobilità sanitaria”, che si terrà giovedì 15 marzo alle ore 9 all’Auditorium Unimc in via Padre Matteo Ricci. L’iniziativa - sostenuta anche dagli Ordini dei medici di Macerata, Fermo e Ascoli, dall’Ordine degli Psicologi delle Marche e dall’Ordine degli avvocati di Macerata - ha lo scopo ulteriore di far dialogare la comunità scientifica con le istituzioni e le associazioni di volontariato più rappresentative, affinché vengano poste le basi per la realizzazione della rete oncologica regionale. Ad oggi, infatti, sono presenti solamente quattro reti regionali in tutto il territorio nazionale.

Il convegno sarà aperto dai saluti del rettore FrancescoAdornato, del direttore del Dipartimento ErmannoCalzolaio, del direttore dell’Unità operativa di oncologia di Macerata NicolaBattelli, della delegata a salute e benessere del tavolo di lavoro della Regione LauraVagni, della delegata alla Terza Missione di Unimc FrancescaSpigarelli, dei presidenti degli ordini degli avvocati di Macerata Maria CristinaOttavianoni, dei medici di Macerata RomanoMari, dei medici di Fermo AnnaMariaCalcagni e degli psicologi delle Marche LucaPierucci. Il programma completo è consultabile sul sito www.unimc.it.

Cs n. 037/2018


Ultimo aggiornamento16marzo2018
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432