L’uomo e la cura nell’ottavo colloquio di etica di Unimc

13/03/2018. Si svolgerà nei pomeriggi di mercoledì 14 marzo e di martedì 20 marzo l’ottavo “Colloquio di etica” promosso ogni anno nell’ambito della sezione di Filosofia e scienze umane del Dipartimento di Studi umanistici, Università di Macerata.

Si svolgerà nei pomeriggi di mercoledì 14 marzo e di martedì 20 marzo l’ottavo “Colloquio di etica” promosso ogni anno nell’ambito della sezione di Filosofia e scienze umane del Dipartimento di Studi umanistici, Università di Macerata. Questa edizione sarà incentrata sul tema “L’umano e le sue potenzialità, tra cura e narrazione”. Gli incontri si terranno in entrambe le giornate dalle 15 alle 19 nella sede di via Garibaldi.

L’ottavo Colloquio, in continuità con i precedenti, riprende il tema dell’etica della cura, intesa in una accezione ampia, intercettando il dibattito intorno alle potenzialità umane, esplorato nelle principali implicazioni di ordine psicologico, medico ed etico.

In tale prospettiva, Giuseppe Mininni, psicologo sociale dell’Università di Bari, cercherà di intrecciare gratitudine e cura, mentre Gerhard Stemberger, autorevole esponente dell’Università di Vienna, chiarirà il contributo della Psicologia della Gestalt nella relazione terapeutica. Anna Arfelli Galli, Università di Macerata, infine, sposterà l’attenzione sulla cura delle potenzialità umane nella relazione tra adulto e neonato.

La seconda sessione, “Medicina narrativa ed etica della cura”, riprenderà il tema generale sotto un profilo bioetico. Luigi Alici, Università di Macerata, cercherà di rileggere il dibattito sul potenziamento umano tra limite e opportunità, mentre il punto di vista medico offrirà un contributo importante nel mettere a fuoco due questioni specifiche, connesse alla problematica etico-clinica dell’età evolutiva grazie a Valdo Pezzoli, vicepresidente della Società svizzera di Etica Biomedica, e allo sviluppo della medicina odierna, tra cura e narrazione, con Massimiliano Marinelli, Università Politecnica delle Marche.

Cs n. 036/2018


Ultimo aggiornamento16marzo2018
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432