Divorzi e conflitti familiari, conferenza a Unimc

23/02/2018. Mercoledì 21 febbraio, alle 15.30, nell’Auditorium Unimc, incontro tra docenti ed esperti per promuovere una cultura della genitorialità e della gestione dei conflitti nei casi di separazione e divorzio. L’iniziativa è accreditata dagli ordini degli Avvocati e degli Assistenti sociali.

Mercoledì 21 febbraio, alle 15.30, nell’Auditorium Unimc in via Padre Matteo Ricci si terrà una conferenza in occasione della presentazione della prima edizione del Corso di Perfezionamento in “Mediazione familiare. Prospettive di rete nelle risoluzioni dei conflitti”.

L’iniziativa, accreditata dagli ordini degli Avvocati e degli Assistenti sociali, si pone l’obiettivo di promuovere una specifica cultura della genitorialità e della gestione dei conflitti nei casi di separazione e divorzio, auspicando una crescente integrazione tra competenze interdisciplinari e saperi esperti, al fine di favorire un raccordo più sistematico e strutturato con i servizi territoriali: mediatori familiari, pedagogisti, psicologi, consulenti legali, Tribunale per i minorenni, Tribunale ordinario, Consultori pubblici e privati, Servizi sociali e Scuole di ogni ordine e grado).

Dopo il saluto del rettore Francesco Adornato, dei direttori dei dipartimenti di Giurisprudenza e Scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo, Ermanno Calzolaio e Michele Corsi, e dei presidenti degli Ordini degli Avvocati e degli Assistenti sociali, Maria Cristina Ottavianoni e Marzia Lorenzetti, seguiranno gli interventi di Chiara Sirignano, Tiziana Montecchiari e Cristina Fattori dell’Università di Macerata e della mediatrice familiare Marina Lucardi. Presiederà e introdurrà l’evento, il direttore del corso di perfezionamento Giuseppe Rivetti.

Cs n. 025/2018

Ultimo aggiornamento 8 marzo 2018
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432