A Unimc i ragazzi della Cittadella della pace

23/03/2018. Oggi alle 17 all’Auditorium Unimc, il presidente Franco Vaccari e i partecipanti al progetto candidato al premio Nobel nel 2015.

La Scuola di Stuti Superiori Giacomo Leopardi dell’Università di Macerata organizza per oggi pomeriggio, venerdì 23 marzo, alle 17 all’Auditorium Unimc in via Padre Matteo Ricci un incontro pubblico con Franco Vaccari, presidente di “Rondine cittadella della pace”, e i giovani partecipanti al progetto. L’Associazione è uno studentato internazionale: nel borgo medievale di Rondine in Arezzo, studenti provenienti da paesi in conflitto, come Medio Oriente, Federazione Russa, Caucaso del sud, Balcani, Africa e Subcontinente indiano, sperimentano una vita di convivenza, formazione e studio. Nel 2015 il sodalizio è stato candidato al Premio Nobel per la pace. “Questa iniziativa – spiega il direttore Luigi Alici – è una proposta della Scuola e dell’Ateneo per continuare a tessere le ragioni del dialogo interculturale e della convivenza civile”.

Dal 1997 l’associazione Rondine Cittadella della Pace Onlus accoglie giovani provenienti da Paesi attualmente in guerra che vivono e studiano insieme, imparando a scoprire la persona al di là del “nemico”. Una volta terminato il corso di laurea o il master e il loro percorso formativo a Rondine, sono pronti per tornare a casa e iniziare a progettare, insieme, un futuro di pace per i loro Paesi. Attraverso il modello della Cittadella della Pace si acquisiscono strumenti, conoscenze e consapevolezza per capire che umanizzare la terra è possibile, anche nei luoghi dimenticati o incarcerati nell’odio di guerre e conflitti decennali.

Cs n. 044/2018


Ultimo aggiornamento23marzo2018
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432