Rinasco

UniMC partecipa a Rinasco, uno dei padiglioni che animeranno dal 10 al 15 giugno la città di Fabriano in occasione della XIII Conferenza delle Città Creative Unesco la rete che riunisce i Comuni che vedono nella Creatività un fattore strategico di sviluppo.

RICOSTRUIRE IL FUTURO
 
Ascoltare, comprendere, raccontare, progettare relazioni generative.
 
Nascere, così come ri-nascere, è aprirsi alla meraviglia delle relazioni: da esse veniamo alla luce, di esse si vive, ed esistere vuol dire intesserne ancora e ancora.
 
Nascere è un processo che germoglia dal patrimonio e dallo spirito del luogo in cui si vive: memorie, saperi, simboli, materia, paesaggi, sapori, pratiche…
In questo fecondo flusso è inserita, da oltre sette secoli, l’Università di Macerata.
Un Ateneo antico, convintamente a vocazione umanistica, forza generativa erede di un territorio i cui figli già da tempi lontani seppero dialogare con culture sconosciute, intuire sentimenti e norme sovranazionali, trovare l’infinito oltre una collina.
Questa eredità è il nostro patrimonio, quello che fa intravvedere elementi di rinascita in tempi difficili, che nutre comunità la cui resistenza è anticipazione di futuro.
In queste terre, “aree interne”, che sono centrali per tutto il Paese, UniMC interpreta l’umanesimo come motore di innovazione e relazioni generative: una scelta capace  di consolidare mentre ricompagina, apre, connette.
Queste terre sono reti di luoghi e i luoghi, nel loro essere espressione e culla di relazioni, sono preziosi e, inevitabilmente, vulnerabili: nodi di armonie di cui è necessario aver cura, continuamente, innovando pensieri e pratiche anche con la forza della conoscenza. Questa è la vocazione che UniMC sente naturalmente propria, come sente l’appartenenza a questa terra ed alla sua gente. Per andare oltre il sisma, in modo che nulla vada perduto, o dimenticato, imparando da ciò che è stato e progettando un futuro fecondo. Per creare e ricreare mondi migliori. Infiniti mondi.

Interpretiamo la conoscenza come generativo esercizio di tessitura: per consolidare con fili innumerevoli e forti il valore che c’era, ricomporre quanto si è incrinato, creare nuove possibilità di buone pratiche. 

REBUILDING THE FUTURE 

Listening, understanding, story-telling, and planning generative relationships.

Being born, like being reborn, means opening up to the wonder of relationships: we come into being from them, live through  them, and existing means cultivating them again and again.

 

The process of birth germinates from the heritage and spirit of where you live: memories, knowledge, symbols, materials, landscapes, flavors, habits…

The University of Macerata has been part of this fertile flow for over seven centuries.

It’s an ancient university, with a firm humanistic vocation,  a generative force heir to a land whose children from time immemorial have dialogued with unfamiliar cultures, felt supranational sentiments and norms, and found infinity beyond a hilltop.

This legacy is our heritage, one that lets us glimpse elements of rebirth in hard times and nourish communities whose endurance anticipates the future.

In these “inner areas”,  which are central to all of Italy, UniMC interprets humanism as an engine of innovation and creative relationships: a choice able to consolidate while  recompiling, opening and connecting.

These lands are networks of places, and places – as expressions and forges of relationships – are precious and, inevitably, vulnerable: nodes of harmonies that must be constantly nurtured by innovative ideas and practices and the power of knowledge. This is the vocation that UniMC feels as its second-nature, as it feels a belonging to this land and its people. We’ll move on from the earthquake  in such a way that nothing will be lost or forgotten, learning from what was and planning a fruitful future. To create and recreate better worlds. Infinite worlds.

We consider knowledge as a generative labor of weaving: to strengthen with countless threads the values that once were, to repair what has been broken, and to create new possibilities of good practices.

rinasco.jpg

Ultimo aggiornamento 7 giugno 2019
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432