Studente extra UE residente all'estero

Se sei un cittadino non comunitario residente all'estero (RICHIEDENTE VISTO)

1 → CONSULTA L'ELENCO DEI CORSI E DEL RISPETTIVO CONTINGENTE DI POSTI →  http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/elenco2017/index.html

2 → PRESENTA LA DOMANDA DI PRE-ISCRIZIONE alla Rappresentanza diplomatica/consolare italiana nel Paese di provenienza, allegando la documentazione richiesta entro il 24 luglio 2018 → per maggiori informazioni → http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/

3 → SUPERA LA PROVA DI CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA FISSATA PER IL 31 AGOSTO 2018 → per verificare se sei esonerato dalla prova → http://www.studiare-in-italia.it/studentistranieri/

Non hai l’obbligo di superare tale prova se hai scelto di iscriverti ad un corso di laurea offerto interamente in lingua inglese.

4 → EFFETTUA LA PROCEDURA DI IMMATRICOLAZIONE E ISCRIZIONE ON LINE AL CORSO PRESCELTO descritta nella sezione IMMATRICOLAZIONE E ISCRIZIONE (PRIMO ANNO) (anche nel caso in cui richiedi servizi aggiuntivi e-learning)

5 → PRESENTA LA DOMANDA DI IMMATRICOLAZIONE E ISCRIZIONE → consegna o spedisci (fa fede la data di spedizione) alla Segreteria Studenti del Dipartimento la documentazione elencata nella sezione IMMATRICOLAZIONE E ISCRIZIONE (PRIMO ANNO), aggiungendo:

per l’immatricolazione a corsi di laurea e laurea magistrale a ciclo unico

  • titolo degli studi secondari (oppure copia conforme all’originale) conseguito al termine di almeno 12 anni di scolarità pregressa, oppure certificato sostitutivo a tutti gli effetti di legge, corredato di traduzione in lingua italiana e legalizzazione
  • dichiarazione di valore in loco o attestazione rilasciata da centri ENIC-NARIC o attestazione rilasciata da enti ufficiali esteri
  • certificato attestante il superamento dell’eventuale prova di idoneità accademica, qualora prevista per l’accesso all’Università nel Paese di provenienza corredato di traduzione in lingua italiana


Qualora il titolo degli studi secondari sia stato conseguito al termine di un periodo inferiore a 12 anni di scolarità pregressa

  • certificato attestante gli studi universitari parziali già compiuti (in caso di richiesta di abbreviazione di carriera il certificato deve specificare gli esami superati) o titolo post-secondario (oppure copia conforme all’originale) conseguito in un Istituto Superiore non universitario, corredato di traduzione in lingua italiana, oppure certificato relativo al corso propedeutico (foundation course), rilasciato dalle istituzioni di formazione superiore italiane


per l’iscrizione a corsi di laurea magistrale

  • titolo di studio (oppure copia conforme all’originale) conseguito presso un’Università o  titolo post-secondario (oppure copia conforme all’originale) conseguito in un Istituto Superiore non universitario che consenta il proseguimento degli studi universitari nel livello successivo, corredato di traduzione in lingua italiana e legalizzazione
  • dichiarazione di valore in loco o attestazione rilasciata da centri ENIC-NARIC o attestazione rilasciata da enti ufficiali esteri o diploma supplement ove adottato
  • certificato attestante gli esami superati (transcript) rilasciato dalla competente Università, corredato di traduzione in lingua italiana (se presenti il diploma supplement non devi consegnare il certificato con gli esami superati)

INFORMAZIONI UTILI

Traduzione
I documenti scritti in lingua straniera vanno corredati di traduzione in lingua italiana. La traduzione può essere eseguita nel Paese di provenienza oppure in Italia rivolgendosi a traduttori ufficiali o giurati presso i Tribunali di zona.
Se sei in possesso di un certificato redatto in lingua inglese e il corso di tuo interesse è erogato in lingua inglese, sei esonerato dall’obbligo di tradurlo in lingua italiana.

Legalizzazione
I titoli di studio vanno legalizzati dalle competenti Autorità del Paese che li ha rilasciati ove previsto dalle norme locali. La legalizzazione è sostituita dal timbro “Apostille”, apposto a cura delle competenti Autorità locali, per i Paesi che hanno aderito alla convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961. La legalizzazione non è obbligatoria se il titolo di studio è stato rilasciato da uno dei Paesi aderenti alla Convenzione Europea di Bruxelles del 25 maggio 1987, ratificata dall’Italia con legge 24 aprile 1990, n. 106 (Belgio, Danimarca, Francia, Irlanda) o dalla Germania, in virtù della Convenzione italo - tedesca in materia di esenzione dalla legalizzazione di atti, conclusa a Roma il 7 giugno 1969 e ratificata con legge 12 aprile 1973, n. 176.

Programmi degli esami superati
L’Ateneo può chiedere i programmi degli esami superati per ogni disciplina ove ritenuto necessario ai fini della valutazione del titolo di studio.

Link utili 

Ultimo aggiornamento 18 ottobre 2018
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432