Corso di dottorato DIRITTO E INNOVAZIONE

DI.PNGIl corso Ph.D. in “Diritto e innovazione” si pone l’obiettivo di fornire una formazione superiore nel campo delle scienze giuridiche e di promuovere gli studi sul mutamento giuridico connessi ai processi di innovazione tecnologica e sociale.
Gli attuali scenari economici, politici e culturali, interrogano il diritto ponendo l’esigenza di un suo adeguamento. L’innovazione, a questo riguardo, appare costituire una chiave euristica utile per conseguire un avanzamento delle conoscenze nel campo delle scienze giuridiche, favorendo la sperimentazione di un dialogo con le altre scienze coinvolte nella produzione di cambiamento nella fase attuale. Sul piano didattico e metodologico il corso punterà dunque sull'interazione interdisciplinare tra le discipline giuridiche e le scienze non giuridiche. Il percorso formativo del dottorato si caratterizzerà anche per il rilievo riconosciuto alla mobilità internazionale e allo scambio di conoscenze con il mondo del lavoro.

DURATA
triennale
COORDINATORE
Prof. Massimo Meccarelli, ordinario di Storia del diritto medievale e moderno (SSD IUS/19), Dipartimento di Giurisprudenza.
COLLEGIO DEI DOCENTI
Studiosi dell’Ateneo maceratese e provenienti da altre Università straniere in Belgio, Brasile, Cina, Germania e Spagna.
CO-TUTELA TESI
Il corso favorisce l’attivazione di accordi di co-tutela per lo svolgimento di tesi di dottorato con le Università̀ partner e non.
DIPARTIMENTO DI ECCELLENZA
Il corso potrà avvalersi di sinergie con il progetto di Dipartimento di eccellenza del Dipartimento di Giurisprudenza “Diritto e innovazione. Europa e Cina di fronte alle sfide della globalizzazione”, che individua nella formazione dottorale uno dei suoi terreni di implementazione.

CONVENZIONI E COLLABORAZIONI

  • Il corso partecipa ai programmi regionali Eureka e Dottorato Innovativo a caratterizzazione industriale, volti al finanziamento di borse di dottorato a tematica vincolata, proposte e co-finanziate da imprese del territorio, nonché dalla Regione Marche, che prevedono la doppia supervisione e un periodo di ricerca applicata in azienda.

  • Il Corso si avvale anche di una convenzione stipulata dal Dipartimento di Giurisprudenza con il Dipartimento di Ingegneria dell’informazione dell’Università Politecnica delle Marche.

  • Saranno, inoltre, attuate sinergie nel quadro delle attività derivanti dai numerosi accordi internazionali per la collaborazione nella didattica e nella ricerca, stipulati dall’Università di Macerata e in particolare dal Dipartimento di Giurisprudenza con altre Sedi straniere.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

Il corso  ricercatori nel campo delle scienze giuridiche, figure manageriali, avvocati specializzati nel campo della privacy, del diritto della rete, della tutela della proprietà̀ intellettuale, consulenti per l'impresa, con un'attenzione particolare alle nuove professioni nella dimensione digitale (data protection officer, consulenti legali in materia di commercio elettronico e cybersecurity), cariche presso l'alta amministrazione o agenzie ed organizzazioni internazionali, anche in relazione a tematiche specifiche quali la informatizzazione e la digitalizzazione.

 DIDATTICA E RICERCA MULTIDISCIPLINARE

Il corso, nel coltivare l’avanzamento del sapere nel campo giuridico, intende realizzare attività didattiche e di ricerca con un taglio multidisciplinare. Il Collegio dei docenti a questo scopo prevede la presenza di studiosi dell’area delle scienze giuridiche, ma anche di quelle ingegneristiche, economiche, mediche e pedagogico-filosofiche. Un apporto al profilo della interdisciplinarietà verrà inoltre offerto dalla collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell'informazione dell'Università̀ Politecnica delle Marche, con il quale è stata stipulata una convenzione.

INNOVAZIONE TECNOLOGICA E BIG DATA

Il corso riconosce uno speciale rilievo ai problemi giuridici nella dimensione digitale (Big Data, Data Protection, Blockchains Technologies, ecc.). La vocazione ad approfondire studi e ricerche in questo campo verrà rafforzata dalle competenze ingegneristiche rappresentate all’interno del collegio dei docenti, insieme alla collaborazione con il Dipartimento di Ingegneria dell'informazione dell'Università Politecnica delle Marche. Un impulso in questo senso verrà̀ inoltre offerto dalla sinergia con le attività̀ previste dal progetto di Dipartimento di eccellenza del Dipartimento di Giurisprudenza “Diritto e innovazione. Europa e Cina di fronte alle sfide della globalizzazione”.

VAI AL BANDO DI AMMISSIONE 

Scadenza: 8 luglio 2019, ore 14:00

Ultimo aggiornamento22giugno2019
Dona il tuo 5 per mille
all’Università di Macerata
Destiniamo le risorse derivanti dal 5 x mille
al potenziamento dei programmi di ricerca
per sostenere i nostri migliori talenti
Come fare Apponi la tua firma nel riquadro
"Finanziamento della ricerca scientifica e della
Università" con questo codice fiscale
00177050432