| |

La foto del mese

Unifestival 2013
Canti e balli nelle piazze

Archivio »

Un dizionario per educatori e pedagogisti

27-03-2013

di Valentina Matilde Di Michele

Il “Centro di documentazione e ricerca sulla storia del libro scolastico e della letteratura per l'infanzia” (vedi articoli precedenti sul Centro e sul Museo della scuola ndr) ha già avviato da tempo un’ampia gamma di iniziative e di progetti di ambito storico-educativo a favore di specialisti del settore, ma anche di semplici studenti ed appassionati.

Una ricca e aggiornata biblioteca specializzata, il “Dizionario biografico degli educatori, dei pedagogisti e degli scrittori per l'infanzia” e la rivista “History of Education and Children’s Literature” costituiscono soltanto alcuni dei punti di forza di un’attività di ricerca che ormai da anni sta riscuotendo il consenso di molti addetti ai lavori e non solo.

La biblioteca specializzata raccoglie, oltre alla letteratura critica nazionale e internazionale, relativa agli ambiti di ricerca promossi dal Centro, anche diversi “fondi”, ossia delle collezioni monotematiche di tipo librario o archivistico-documentario frutto di donazioni private o di un laborioso lavoro di reperimento dei materiali presso antiquari e collezionisti.

Il “Dizionario biografico degli educatori, dei pedagogisti e degli scrittori per l'infanzia”, ambizioso progetto di ricerca finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, nato dalla collaborazione di vari atenei della Penisola e ormai prossimo alla pubblicazione, costituisce, invece, un vero e proprio fiore all’occhiello del lavoro svolto all’interno del Centro. Si tratta, in pratica, di un dizionario cartaceo e su sopporto informatico contenente il profilo biografico e bibliografico di tutti quegli educatori, quei pedagogisti e quegli scrittori per l’infanzia vissuti nel Diciannovesimo e Ventesimo secolo e che hanno influenzato, con le proprie opere, idee e metodi, la storia dell’educazione, la storia della pedagogia e della letteratura per l’infanzia del nostro Paese. 

Particolare rilievo merita anche la rivista scientifica internazionale “History of Education and Children’s Literature”, dove vengono pubblicati articoli di interesse scientifico nazionale ed internazionale, redatti in lingua italiana o straniera, indicizzati in diverse banche dati internazionali, prime fra tutti, Scopus e Isi. La rivista, a cadenza semestrale, nata nel 2006, ha dato vita, da circa un anno, anche alla collana “Biblioteca di History of Education and Children’s Literature”, all’interno della quale sono pubblicate monografie specialistiche con uscita periodica.

Non mancano, inoltre, tra i progetti realizzati dal Centro, oltre a “Tra i banchi di scuola. Vita scolastica tra Ottocento e Novecento” e “Editoria scolastica e libri di testo nell'Italia centro-meridionale dell'Otto e del Novecento”, anche quelli più recenti e finanziati dalla Unione Europea. Il più recente è il “Progetto di formazione per i lavoratori” che, in virtù anche della collaborazione con diverse realtà locali, si rivolge a tutti coloro che usufruiscono di ammortizzatori sociali, nella prospettiva di stabilire una sempre più stretta connessione tra il Centro e i diversi soggetti pubblici e privati che operano nel territorio, così come auspicato dalla direttrice Anna Ascenzi e da tutto il suo gruppo di ricerca.

Copyright © Università degli studi di Macerata