area di
Scienze dell'educazione
e della formazione

al sito della Facoltà di Scienze della formazione >
UNA LUNGA TRADIZIONE
L'Università di Macerata, fondata nel 1290, è la più antica delle Marche.
Per le proprie vicende storiche, confermate negli ultimi decenni da chiare scelte di programmazione, l'Ateneo di Macerata svolge, nel quadro delle Università italiane, un ruolo assolutamente singolare. Le sue Facoltà, i suoi Dipartimenti e Istituti, le sue Scuole costituiscono un insieme omogeneo, prevalentemente umanistico.
Da questa particolare caratterizzazione nasce un profondo senso di appartenenza grazie al quale studenti e docenti possono trovare quotidianamente, durante il corso dei loro studi, comuni interessi e motivi di dialogo e, dopo la laurea, ampie possibilità di occupazione per la flessibilità e la crescente varietà di sbocchi professionali che a questo tipo di formazione viene oggi riconosciuta.
BREVE STORIA DELLA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE
La Facoltà di Scienze della formazione dell’Università degli Studi di Macerata è stata istituita nel 1996 e attivata nell’anno accademico 1998-99. Costituita inizialmente dal solo Corso di laurea quadriennale in Scienze della formazione primaria, articolato in tre curricoli formativi per gli insegnanti di scuola materna, per quelli di scuola elementare e per gli insegnanti di sostegno, ha ampliato negli anni accademici successivi la propria offerta didattica a livello di altri corsi di laurea triennali, magistrali e di master.
Particolarmente, la Facoltà di Scienze della formazione, ha oramai attivi, a questo riguardo, nell’ambito dell’Area delle Scienze dell’educazione e della formazione, tre differenti percorsi di studio:

Corso di laurea triennale in Formazione e gestione delle risorse umane.
Corso di laurea quadriennale in Scienze della formazione primaria.
Corso di laurea magistrale in Pedagogia e Scienze umane.

PERCHÉ STUDIARE MATERIE DELL’EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE
L'area delle Scienze della formazione permette di acquisire competenze teoriche e applicative ai fini della comprensione e della gestione dei processi educativi e formativi.
Attualmente l'area si articola in:

Corso di studio triennale in Formazione e gestione delle risorse umane che fornisce le conoscenze teoriche e le competenze operative fondamentali per l'impiego professionale nei settori dell'educazione e della formazione;
Corso di laurea quadriennale (laurea specialistica in attesa di riforma) in Scienze della Formazione primaria che ha come interlucutore privilegiato il mondo della scuola, essendo il titolo abilitante per l'insegnamento nella scuola materna, nella scuola elementare e nell'area del sostegno. Esso fornisce una formazione valida sia per gli insegnanti in formazione iniziale che vogliano intraprendere la professione docente nella scuola materna, elementare o nel sostegno, sia per gli insegnanti di consolidata esperienza didattica che intendano espletare la loro azione educativa con maggiore competenza critica e contenutistica;
Corso di laurea magistrale in Pedagogia e Scienze umane che consente di acquisire specifiche competenze negli aspetti teoretici, epistemologici, storici, didattici, metodologici ed euristici dei molteplici settori della riflessione e della pratica educativa e formativa.

L’AMBIENTE DI STUDIO
I Corsi di laurea in Scienze della formazione si caratterizzano per l'attenzione ai momenti interattivi della formazione, prevedendo laboratori didattici, stages e tirocini da effettuare presso strutture professionalizzanti. Particolare rilievo viene attribuito all'insegnamento delle lingue straniere e all'informatica, intese come discipline che aggiungono potenziali ulteriori alla relazione educativa.
I Corsi di laurea in Scienze della formazione sono frequentabili anche "a distanza", il che li rende interessanti anche per gli studenti "fuori sede", e prevedono specifiche modalità di comunicazione in rete. Chi avesse viceversa la possibilità di frequentare i corsi, constaterà la possibilità di fruire di una didattica efficace, caratterizzata da un favorevole rapporto docente/discente. La vita in una città universitaria a misura d'uomo agevola, infine, la possibilità di conseguire con soddisfazione la laurea nei tempi previsti.

L’OFFERTA FORMATIVA DELLA FACOLTÀ
L’Area delle Scienze dell’Educazione e della formazione permette di acquisire competenze teoriche e pratiche ai fini della comprensione e della gestione dei processi educativi e formativi.
Attualmente (Anno Accademico 2005/2006) si articola in:

Corso di laurea triennale in Formazione e gestione delle risorse umane.
Corso di laurea quadriennale in Scienze della formazione primaria.
Corso di laurea magistrale in Pedagogia e Scienze umane.

Corsi di laurea di primo livello
Classe 18 - SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FOMAZIONE
Corso di laurea triennale in
Formazione e gestione delle risorse umane

Obiettivi formativi
Il Corso di studio triennale in Formazione e gestione delle risorse umane intende fornire le conoscenze teoriche e le competenze operative fondamentali per l’impiego professionale nei settori dell’educazione e della formazione.
In particolare il corso di studio ha durata triennale e comprende 5 curricula:

a) Animatore socio-educativo (sede di Spinetoli),
b) Formatore multimediale,
c) Esperto dei processi formativi e culturali,
d) Educatore di Nido e di Comunità infantili,
e) Esperto della formazione nell’impresa, nella pubblica amministrazione e nel terzo settore.

a) Il curriculum per Animatore socio-educativo si propone come obiettivo la formazione di una figura professionale che abbia

competenze nell’analisi dei bisogni e delle problematiche di carattere educativo, con particolare riferimento alle istituzioni socio-assistenziali, sanitarie e rieducative presenti sul territorio;
capacità di elaborare progetti mirati e di coordinare e gestire attività di animazione socio-educativa per le varie fasce di età;
competenze per operare efficacemente nel campo del disagio, del disadattamento, della marginalità e della devianza giovanile;
adeguata conoscenza, in forma scritta e orale, di una o due lingue straniere dell’Unione Europea;
competenze di base per la comunicazione e la gestione dell’informazione, anche con strumenti informatici e telematici.

Piano degli studi

b) Il curriculum per Formatore multimediale si propone come obiettivo la formazione di una figura professionale che abbia:

capacità d’impostare l’analisi dei bisogni, il planning della formazione, la valutazione degli esiti formativi;
sicura conoscenza delle metodologie d’intervento nel campo della comunicazione multimediale e della formazione a distanza;
capacità di progettare, gestire e valutare iniziative e programmi di formazione, in presenza e a distanza, con l’ausilio di tecnologie multimediali;
adeguata conoscenza, in forma scritta e orale, di una o due lingue straniere dell’Unione Europea;
specifiche competenze per la comunicazione e la gestione dell’informazione, anche con strumenti informatici e telematici

c) Il curriculum per Esperto dei processi formativi e culturali si propone come obiettivo la formazione di una figura professionale che abbia:

capacità di analisi dei processi formativi e delle dimensioni pedagogiche presenti in una molteplicità di sedi, situazioni, contesti operativi (con particolare riferimento alle istituzioni culturali e ai centri di formazione e di ricerca);
capacità di orientarsi negli ambiti più significativi della cultura contemporanea con competenze educative e multidisciplinari, abilità manageriali e attitudine all’innovazione;
capacità di progettare, gestire, migliorare i processi formativi, anche attraverso i media;
adeguata conoscenza, in forma scritta e orale, di una o due lingue straniere dell’Unione Europea;
competenze di base per la comunicazione e la gestione dell’informazione, anche con strumenti informatici e telematici.

Piano degli studi

d) Il curriculum per Educatore di Nido e di Comunità infantili si propone come obiettivo la formazione di una figura professionale che abbia:

capacità di cogliere e interpretare i bisogni di crescita psico-fisica e culturale dell’infanzia;
capacità di progettare e gestire interventi educativi nei nidi, nelle comunità infantili e in tutte le nuove tipologie dei servizi integrativi per l’infanzia;
competenze psico-pedagogiche e relazionali che consentano di espletare un’efficace opera di orientamento nei riguardi delle famiglie e dei gruppi parentali in materia di cura ed educazione dell’infanzia;
capacità di interventi assistenziali e rieducativi mirati in presenza di soggetti portatori di handicap;
adeguata conoscenza, in forma scritta e orale, di una o due lingue straniere dell’Unione Europea;
competenze di base per la comunicazione e la gestione dell’informazione, anche con strumenti informatici e telematici.

e) Il curriculum per Esperto della formazione nell’impresa, nella pubblica amministrazione e nel terzo settore si propone come obiettivo la formazione di una figura professionale che abbia:

capacità di impostare l’analisi dei bisogni in tali contesti;
competenza nel costruire e gestire il planning della formazione, progettando e valutando percorsi formativi adeguati;
sicura professionalità nel progettare e gestire lo sviluppo organizzativo di questi ambiti di sistema;
capacità e competenza nel gestire l’aula, utilizzando sussidi e supporti didattici integrati,
adeguata conoscenza, in forma scritta e orale, di una o due lingue straniere dell’Unione Europea;
specifiche competenze di base per la comunicazione e la gestione dell’informazione, anche con strumenti informatici e telematici.
Corso di laurea quadriennale
Corso di laurea quadriennale in
Scienze della formazione primaria

II Corso di studio in Scienze della formazione primaria ha durata quadriennale e comprende 2 curricula fondamentali:

Indirizzo scuola materna (anche per le attività di sostegno)
Indirizzo scuola elementare (anche per le attività di sostegno).

Il corso di laurea in Scienze della formazione primaria è ancora articolato, per l'anno accademico 2005-06, in un biennio comune e in due successivi bienni specialistici, il primo dei quali è rivolto ai futuri insegnanti di scuola materna ed il secondo a quelli di scuola elementare. Con un solo altro anno di studi è possibile conseguire la laurea in entrambi gli indirizzi.
Durante il quadriennio (e a partire dal terzo anno) è possibile, su richiesta e dietro regolare frequenza, ottenere anche la specializzazione per il sostegno in uno dei due indirizzi scolastici. Con l'iscrizione post-lauream per un altro anno, è consentito acquisire entrambe le specializzazioni per il sostegno. L'annualità specifica, rivolta ai futuri insegnanti di scuole elementare, prevede, oltre agli insegnamenti comuni, tre aree maiores di approfondimento a scelta dello studente: linguistico-letteraria storico-sociale-geografica e delle lingue moderne. La laurea ha valore abilitante.

Piano degli studi

Corso di laurea magistrale
Classe 87/S - SCIENZE PEDAGOGICHE
Corso di laurea magistrale in
Pedagogia e scienze umane

II Corso di laurea specialistica in Pedagogia e scienze umane si propone come obiettivi formativi specifici qualificanti l'acquisizione delle seguenti conoscenze, competenze e abilità:

solide ed approfondite conoscenze e competenze degli aspetti teoretici, epistemologici, storici, didattici, metodologici ed euristici dei molteplici settori della riflessione e della pratica educativa e formativa;
conoscenze adeguate riguardo alle variabili e alle dinamiche contestuali legate alla ricerca educativa e formativa (per esempio i fattori culturali, sociali, economici, giuridici, ecc.);
conoscenze specifiche delle strutture ed infrastrutture che, in ambito nazionale e internazionale, svolgono o supportano la ricerca educativa e formativa, in maniera diretta o indiretta;
solide competenze interpretative riguardo alle problematiche teoretiche, epistemologiche, storiche, didattiche, metodologiche ed euristiche dei vari settori della riflessione e della pratica educativa e formativa;
competenze specifiche di rielaborazione prospettica dei vari settori della riflessione e della pratica educativa e formativa, in riferimento alle dimensioni teoretiche, epistemologiche, storiche, didattiche, metodologiche ed euristiche in essi implicate;
avanzate abilità progettuali, in riferimento all'ideazione, all'elaborazione, alla conduzione e alla valutazione di progetti di ricerca volti a porre in luce problematiche educative e formative nei diversi contesti personali e di gruppo;
specifiche abilità nell'utilizzo dei metodi e delle tecniche della ricerca educativa e formativa nei suoi vari settori;
abilità gestionali e di coordinamento di gruppi di ricerca e équipe professionali, in contesti informativi, culturali, sociali, formativi, con riferimento anche alle imprese, alle pubbliche amministrazioni e al terzo settore;
utilizzo fluente di una delle lingue straniere dei paesi appartenenti all'Unione Europea, in forma scritta e orale, oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari;
utilizzo di una seconda lingua straniera;
conoscenza e utilizzo dei principali strumenti informatici e della comunicazione telematica, con particolare riferimento all'ambito della ricerca educativa e della formazione.

I principali profili professionali

inserimento in strutture pubbliche e private con compiti di analisi e gestione culturale, sociale e formativa, utilizzando modalità sia in presenza che a distanza, nelle quali concorreranno
a porre in luce la dimensione educativa e relazionale delle varie problematiche e aree di intervento e a progettare iniziative congruenti;
consulenza e coordinamento di equipe professionali in contesti informativi, culturali, sociali, scolastici, formativi, con riferimento anche alle imprese,
alle pubbliche amministrazioni e al terzo settore;
ricerca in ambito universitario o di eccellenza.

LA DIDATTICA A DISTANZA
II servizio si impernia sulla stretta interazione con tutor qualificati interni a Facoltà, Dipartimenti ed Istituti e dunque, anche ai fini di una preparazione proficua agli esami, informati su esigenze e prassi dei vari insegnamenti, laboratori e stage/tirocini. Ogni studente è seguito da un tutor specializzato per l'intero percorso didattico e da tutor disciplinari per ogni insegnamento.

L'interazione avviene tramite un ambiente di apprendimento on line (Forum, chat, materiali on line, FAQ, bacheche virtuali) in grado di garantire il contatto tra tutor e studenti e di permettere attività interattive tra studenti sotto la guida dei tutor, in un contesto di costante e fruttuosa cooperazione.
Il supporto prevede:

materiali testuali e multimediali per facilitare l'apprendimento dei contenuti;
attività in rete per approfondire, condividere e negoziare i significati;
verifiche "in itinere" corrette dai tutor per saggiare la propria preparazione;
assistenza per la preparazione delle prove d'esame.

Attualmente siamo in grado di presentare, sulla base delle opportunità offerte dalla moderna tecnologia dell'apprendimento, un prodotto estremamente flessibile ad un'utenza d'ogni età, che intenda fruire, a costi sostenibili e senza spostamento dai luoghi di residenza e/o di lavoro, di un'autentica esperienza universitaria in un ambiente virtuale sì, ma non privo del fascino di un'attività collaborativa mirata a creare una comunità di studio. La struttura dell'ambiente, delle attività e dei materiali permette di vivere il clima tipico universitario e tiene conto delle esigenze della particolare utenza che si iscrive a corsi on line, portatrice di esperienze significative e di spazi di studio non flessibili.

MACERATA E IL SUO TERRITORIO
La provincia di Macerata è posta al centro della regione Marche, tra il mare e i monti.
Dalle spiagge dell'Adriatico si sale, in meno di un'ora, per le due principali vallate dei fiumi Chienti e Potenza e attraverso dolci colline, ai monti dell'Appennino e al Parco Nazionale dei Monti Sibillini.
La provincia di Macerata è al secondo posto tra le province d'Italia per qualità dell'aria e dell'acqua, per minore rumorosità e per verde urbano. La provincia di Macerata si caratterizza per un tasso d'occupazione e di produttività diffusa di piccole e medie imprese di gran lunga superiore alla media nazionale.
Oggi molte aziende della provincia di Macerata sono leader a livello internazionale in vari settori: dalla calzatura all'elettronica, dall'illuminotecnica ai prodotti alimentari, dall'arredamento ai giocattoli, alla pelletteria. La provincia di Macerata è inoltre particolarmente interessante dal punto di vista artistico e monumentale avendo conservato pressoché intatti i propri centri storici e il proprio ingente patrimonio architettonico eccezionalmente ricco di teatri e opere d'arte.

Facoltà di Scienze della formazione
Via Dante Alighieri, 5
62100 Macerata
T 0733 2585929
F 0733 2585915
www.unimc.it/sdf
formazione@unimc.it