Raid razzista a Macerata, la dichiarazione del Rettore Francesco Adornato

"Bisogna riflettere e ragionare profondamente su queste vicende". Unimc è per il confronto con Istituzioni e territorio per rafforzare il senso di comunità.
Il Rettore Francesco Adornato

Il Rettore Francesco Adornato

Carissimi studenti, cari colleghi tutti
anch'io, come voi, ho seguito, e seguo, la vicenda allucinante dello sparatore, ottimamente affrontata e conclusa dalle forze dell'ordine, così come presto altrettanta attenzione ai primi commenti in merito. Bisogna essere lucidi e freddi, proprio e ancor più in questi momenti di tensione. Nonostante la gravità dei fatti, che hanno provocato panico e che lasceranno tracce profonde nella vita della città, occorre non farsi prendere dall'impeto. Mai come adesso bisognerà riflettere e ragionare profondamente su queste vicende, per pronunciarsi in modo chiaro e deciso. E l'Università ha per definizione tutti gli strumenti per farlo. Proporremo, intanto, confronti con le Istituzioni cittadine e del territorio per rafforzare il senso dell'essere comunità cittadina. Per quanto più direttamente ci riguarda, svolgeremo iniziative all'interno dell'Ateneo per riportare serenità e fiducia tra i nostri studenti e per far prevalere le ragioni del dialogo e della convivenza civile. Rifiutiamo la violenza e gli orrori da qualunque parte provengano e operiamo per formare giovani alla cittadinanza, alla partecipazione, alla democrazia e alla responsabilità.
Il Rettore
Francesco Adornato

Dear students and colleagues, 
It is with extreme sorrow and shock that I have been following the horrific events that hit our city and community. The police has done its job in a very professional and effective manner, and the shooter has been apprehended.  
Despite the gravity of the situation, which has caused pain and shock throughout our city and university, we need to remain calm and clearheaded. We need to think and reflect together on what happened to give a common, shared perspective of this terrible event. We will be meeting  with local institutions to strengthen our sense of being a united and connected community.  As for University life,  we will pursue open dialogues and initiatives that will help our faculty and students to bring back a sense of serenity and trust in pursuit of a peaceful civil cohabitation.  We reject violence and horrors such as this, from any side, and we are dedicated to training young people to participate in a responsible and participatory manner to the citizenship and  democracy in government and their lives.
The Rector
Francesco Adornato


Questa pagina è stata aggiornata il 05/02/2018