Qualità della vita, Macerata tra le migliori

Spicca in campo nazionale per spirito d’iniziativa e innovazione
Elaborazione grafica de "Il Resto del Carlino"

Elaborazione grafica de "Il Resto del Carlino"

La provincia di Macerata si piazza al ventitreesimo posto nella classifica 2016 sulla “Qualità della vita” pubblicata da Il Sole 24 ore, prima tra le province marchigiane (Ancona è 28^, Ascoli Piceno 42^, Pesaro Urbino 43^, Fermo 62^).

La graduatoria prende in considerazione 42 indicatori, raggruppati in sei diverse aree d’indagine: "Redditi, risparmi, consumi", "Affari, lavoro, innovazione", "Ambiente, servizi, welfare", "Demografia, famiglia, integrazione", "Giustizia, sicurezza, reati", "Cultura, tempo libero, partecipazione".

In tre “sottoclassifiche” la provincia di Macerata sale rispetto al 2015. Il risultato migliore (sesto posto su 110) lo consegue nel settore “demografia, famiglia e integrazione”. Proprio per quanto concerne l’integrazione degli stranieri Macerata è “medaglia di bronzo”.

Altro raggruppamento dove la nostra provincia sale di posizioni è quello relativo a “Servizi, ambiente e welfare”, in cui guadagna il 36° gradino (+3 rispetto al 2015). Qui Macerata è prima assoluta per l'Ecosistema urbano, indicatore che aveva visto la città capoluogo “medaglia d’oro” nella relativa classifica pubblicata a novembre da Legambiente.

Un altro settore in cui Macerata provincia migliora sensibilmente, passando dalla 52^ alla 14^ posizione, è quello denominato “Affari, lavoro e innovazione”. È proprio quest’ultimo indicatore, introdotto per la prima volta quest’anno, a premiare il nostro territorio, che si classifica quindicesimo per “start-up” e sesto per "brevetti e spirito d’iniziativa"

CONSULTA LA CLASSIFICA ON LINE

Questa pagina è stata aggiornata il 14/12/2016