Conflitti, esuli, profughi e popoli in movimento nel mondo contemporaneo

Convegno SISSCO - Macerata, 15-17 settembre 2016

Dettagli dell'evento

Quando

16/09/2016
dalle 09:00 alle 17:30

Dove

Aula A “Shakespeare” di Palazzo Ugolini - Corso Cavour, 2

Aggiungi l'evento al calendario

A seguito di problemi di agibilità dell’Auditorium San Paolo, il convegno si svolgerà nell’aula A “Shakespeare” di Palazzo Ugolini - Corso Cavour, 2

Gli studenti dell’Università di Macerata che parteciperanno all’intero convegno potranno chiedere ai Consigli di Corso di Laurea che lo prevedano l’eventuale riconoscimento di 2 CFU


Gli spostamenti di donne, uomini e di interi popoli hanno costellato la storia dell’umanità. Diaspore, esodi, esili, deportazioni, migrazioni hanno contraddistinto anche gli ultimi due secoli. Povertà, intolleranze, persecuzioni e soprattutto guerre civili e tra gli Stati ne sono state le cause principali. Gli spostamenti di popolazioni disarmate hanno sortito effetti demografici, sociali, politici e culturali, modificando il paesaggio umano di nazioni e imperi. Ciò e avvenuto nelle, dalle e verso le Americhe, in Africa, in Asia e dall’Europa. In questi processi di lunga durata si inseriscono i flussi migratori verso l’Europa degli ultimi anni, che hanno attirato l’attenzione dell’opinione pubblica e hanno generato un dibattito in genere poco attento alla loro complessità e alle loro cause. La SISSCO ha deciso di dedicare il suo convegno professionale ad alcuni dei molteplici aspetti in cui e possibile articolare il tema, per dirigere lo sguardo in particolare sui nessi che legano le guerre e le dittature ai fenomeni migratori.

Tutte le informazioni utili sono disponibili nel sito della SISSCO - Società italiana per lo studio della storia contemporanea

Scarica il programma

Convegno SISSCO


Venerdì 16 settembre, h. 9.00

Sessione 2 – Imperi in frantumi e nuove frontiere

Intervento introduttivo – Beatrice Bonafé – Università di Roma, La Sapienza –
Rifugiati, apolidi, sfollati e migranti: l’evoluzione della tutela intemazionale

Catherine Goussef – CNRS – Centre Marc Bloch de recherches en sciences sociales – Berlino –
Les chemins de l’exil russe après 1917: entre assistance interne et mobilisation européenne

Andrea di Michele – Libera Università di Bolzano –
Le «terre irredente» e le sue popolazioni tra guerra e dopoguerra. Profuganze e cambi di cittadinanza

Antonio Ferrara – ANVUR –
La svolta di Losanna: migrazioni forzate e “stati del popolo” dopo la prima guerra mondiale

Anna Maria Medici – Università di Urbino –
Il Medio Oriente del primo dopoguerra: Note storiografiche sui processi di territorializzazione delle appartenenze

Venerdì 16 settembre, h. 14.30

Sessione 3 – Esili e movimenti forzati di popolazione tra gli anni Trenta e il secondo dopoguerra

Intervento introduttivo – Renato Camurri – Università di Verona –
Esilio politico, esilio ebraico ed esilio intellettuale nell’età dei totalitarismi

Mila Orlic – Università di Rijeka –
Verso una patria ostile. Le migrazioni dall’Alto Adriatico nel secondo dopoguerra

Andrea D’Onofrio – Università di Napoli, Federico II –
Guerra e nuova Heimat. Il secondo conflitto mondiale e le migrazioni ed espulsioni dei tedeschi e delle popolazioni germanofone

Arturo Marzano – Università di Pisa –
Il lungo 1948: migrazioni, espulsioni e reinsediamenti in Israele/Palestina

 

h. 17.30 – Assemblea dei soci

h. 21 – Cena sociale

Questa pagina è stata aggiornata il 09/09/2016