Umberto Eco, il ricordo di Unimc

20/02/2016. Il grande semiologo, scrittore e intellettuale fu ospite dell’Ateneo nel 1991 in occasione del settimo centenario dalla fondazione dell’Università
Umberto Eco e, in piedi, János Sándor Petöfi

Umberto Eco e, in piedi, János Sándor Petöfi

L’Università di Macerata ricorda la figura del grande semiologo, scrittore e intellettuale Umberto Eco, che, in un’occasione straordinaria come il settecentesimo anniversario dalla fondazione dell’Ateneo, il 5 marzo del 1991, fu invitato a tenere una conferenza sul tema “L’Università nel mondo dei media”. L’incontro si sarebbe dovuto svolgere in Aula Magna, ma, visto l’altissimo numero di adesioni, fu poi spostato al teatro Lauro Rossi, gremitissimo di spettatori. Accolto dall’allora rettore Giovanni Ferretti, incontrò anche János Sándor Petöfi, docente dell'Ateneo scomparso nel 2013, conosciuto internazionalmente come una delle figure di maggior spicco nel campo della semiotica e della linguistica. Fu proprio Eco a invitare per la prima volta Petöfi in Italia dall’Ungheria, suo paese natale, nel 1971, in occasione della conferenza dell’associazione internazionale di studi semiotici.

Cs. n. 012/2016

Questa pagina è stata aggiornata il 08/03/2016