Sede di Jesi, valutazione delle prospettive di sviluppo

16/03/2016. Incontro stamattina tra il Rettore dell’Università di Macerata Luigi Lacchè, e il Presidente della Fondazione Colocci Gabriele Fava.

Oggi, mercoledì 16 marzo 2016, il Rettore dell’Università di Macerata, Prof. Luigi Lacché, e il Presidente della Fondazione Angelo Colocci. Prof. Gabriele Fava, si sono incontrati a Macerata per valutare insieme le prospettive di sviluppo della sede universitaria di Jesi alla luce dei lusinghieri risultati raggiunti nell’anno accademico 2015/2016.

Uniti in questo particolare momento storico per la Colocci, entrambi sottolineano i successi raggiunti in tanti anni di collaborazione, ricordando che, meno di un anno fa, sono stati celebrati pubblicamente i 20 anni di attività della sede culturale jesina tra il plauso dei rappresentanti dell’Università di Macerata, i soci fondatori dell’ente di via Angeloni e gli amministratori locali.

La storia dei corsi jesini, del resto, segna un percorso in ascesa: da una situazione modesta di appena 40 studenti nel 1996 è stata percorsa una lunga strada che ha portato a risultati importantissimi, con un numero elevato di iscritti che quest’anno ha addirittura superato le 200 matricole, segno di uno standard qualitativo superiore alla media.

L’Università di Macerata ha mantenuto Jesi come unica sede distaccata perché ha sempre creduto nel suo enorme valore e nelle sue non comuni potenzialità. Sarebbe veramente impensabile vanificare anni di sforzi e sacrifici che hanno portato la Colocci ad essere una realtà di vera eccellenza, capace di confrontarsi con l’attualità del momento storico.

Sono stati annualmente proposti corsi di laurea in linea con le esigenze del mercato professionale, ultimo in ordine di tempo l’indirizzo triennale in Consulente per i trasporti, che ha riscosso adesioni da fuori regione, vista l’unicità del percorso di studi, e ha rafforzato i consensi all’interno della regione, data la presenza nelle Marche di porto, aeroporto e interporto.

L’eccezionale risultato che fa capo al Comune di Jesi e al suo territorio è il segno tangibile di uno sforzo incisivo e costante, che ha visto l’Università di Macerata e la Fondazione Colocci investire concretamente ed efficacemente sui propri giovani e sul territorio, con l’impiego di notevoli risorse intellettuali e finanziarie, per dar vita una grande realtà umana, culturale ed economica.

Cs. n. 029/2016

Questa pagina è stata aggiornata il 22/03/2016