La casa editrice di Unimc torna al Salone del Libro di Torino

10/05/2016. Durante la kermesse letteraria, le Eum presenteranno la nuova traduzione in italiano de “Il ladro di libri e altre bibliomanie” di Nuria Amat.

Anche quest'anno le Eum - edizioni università di macerata - insieme al Coordinamento delle University Press Italiane saranno presenti al Salone Internazionale del Libro di Torino che si svolgerà a Lingotto Fiere dal 12 al 16 maggio 2016 allo stand N145, padiglione 2). Venerdì 13 maggio alle ore 19.30, all’interno dello Spazio Autori, la casa editrice dell’Ateneo maceratese presenterà il volume “Il ladro di libri e altre bibliomanie”, traduzione italiana a cura di Nuria Pérez Vicente e Eleonora Luzi di “El ladrón de libros” di Nuria Amat, una delle figure più importanti della narrativa contemporanea spagnola.

“La casa editrice dell’Università di Macerata – sottolinea la presidente Rosa Marisa Borraccini - dimostra di essere una realtà dinamica. Nel 2016, con oltre 400 titoli in catalogo, festeggia i primi dieci anni di attività. Con lo sguardo attento alla narrativa straniera più significativa, propone il suggestivo romanzo-saggio di Nuria Amat, finora nota in lingua italiana solo con ‘Mostri’, tradotti più di venti anni fa da Danilo Manera”.

Spiega la traduttrice Nuria Pérez Vicente relativamente al volume che sarà presentato a Torino:È un libro che ha saputo cogliere le diverse sfaccettature dell’oggetto libro: libro come strumento di lavoro, ma anche come oggetto di studio, di culto, di collezione. L’originalità di questo volume risiede in tre punti: prima di tutto è un’ibridazione tra narrativa e saggio; è poi una perfetta integrazione tra finzione e realtà; inoltre nel 1988 riesce ad anticipare quello che sarà il ruolo dell’informatica. Tutto ciò in mano ad una vera alchimista del linguaggio, un’autentica virtuosa della scrittura, capace di godere con il gioco letterario, coinvolgendo in esso il lettore, il quale scoprirà un mosaico di testi e una galleria di autori che la Amat sa interpretare e restituire con voce propria”.

Tra le novità che saranno proposte dalle Eum al Salone di Torino, sono da citare anche “I riflessi economico-giuridici della normativa antiriciclaggio vaticana nel contesto internazionale” di Arrigo Cimica;  “Le vie della pedagogia” a cura di Piero Crispiani e Sara Pellegrini;  “Regards croisés France-Italie” a cura di Donatella Bisconti e Daniela Fabiani; “Archetipi letterari” di Eleazar Moiseevič Meletinskij, edizione italiana a cura di Massimo Bonafin; “Tra disciplinamento sociale ed educazione alla cittadinanza” di Anna Ascenzi e Roberto Sani; “Bestiario” di Matilde Morrone Mozzi; “Spiagge, porti e scali nelle Marche” di Paolo Gissi; “Apprendere le lingue a distanze variabili” di Cristiana Cervini; “Cibo, cultura, paesaggio” di Concetta Ferrara; “Mirabilia e merveille” di Martina Di Febo.

Cs. n. 061/2016

Questa pagina è stata aggiornata il 17/06/2016