L’Università presenta l’incubatore di imprese Crea Hub

27/05/2016. Interverranno anche l’onorevole Irene Manzi e l’assessore all'industria, artigianato, commercio della Regione Marche Manuela Bora.

L’Università di Macerata presenterà il progetto Crea Hub, l’incubatore di impresa che sarà attivato nei locali del Palazzo degli Studi, nel corso di un convegno pubblico martedì 31 maggio alle 16 in Aula Magna sul tema “Le start up culturali e l’ecosistema digitale”.

Oltre al rettore, Luigi Lacchè, interverranno anche l’onorevole Irene Manzi, che parlerà della proposta di legge sulle start up culturali, e l’assessore all'industria, artigianato, commercio della Regione Marche Manuela Bora. Seguirà una tavola rotonda coordinata da Francesca Spigarelli, delegata del rettore ai rapporti con le imprese, nel corso della quale saranno presentati i casi di successo di alcune star up marchigiane, alla quale interverrà, tra gli altri, Luca Scali, amministratore delegato di Hub 21.

“Il nostro interesse per il Progetto Crea Hub è stato immediato – ha dichiarato quest’ultimo – perché è legato all’obiettivo che questo Hub della creatività ha, quello di incrementare il tasso di natalità e successo delle nuove iniziative imprenditoriali. Sono molteplici i motivi per i quali una start-up fallisce, ascrivibili alle macroaree degli errori di mercato, nel team e nell’area finance. Abbiamo già iniziato a sostenere alcune start-up culturali e creative, collaborando alla costituzione non solo di International Route, ma anche di Eppoi, che opera nel settore del turismo esperienziale e offrendo il nostro supporto al Laboratorio Umanistico per la Creatività e l’Innovazione di Unimc. Sono solo i primi passi, pensiamo che si possa e si debba fare molto per stimolare la nascita e lo sviluppo di nuove idee in Italia”.  Hub21 è il polo tecnologico, scientifico e culturale, con sede ad Ascoli Piceno, che crea percorsi collaborativi, accelera progetti di innovazione per lo sviluppo di nuove imprese.

Nel corso dell’incontro parteciperanno anche rappresentanti di spin-off, neo aziende sostenute dall’Ateneo maceratese, come, appunto, International Route, che si muove nel campo dell’internazionalizzazione delle imprese nel campo dei prodotti e servizi innovativi ad alto valore tecnologico; PlayMarche, nata per coniugare insieme nuove tecnologie e patrimonio culturale; AdvisEU Studio, che offre servizi di assistenza per il reperimento di finanziamenti sia in Italia che all'estero. Sarà presente anche Claudio Carlone di Eurocentro, attiva nella progettazione, pianificazione e implementazione di servizi ad aziende pubbliche e private, sia in ambito nazionale che europeo.

Cs. n. 070/2016

Questa pagina è stata aggiornata il 29/06/2016