L’Anvur promuove l’Università di Macerata

20/05/2016. Unimc ha ottenuto il giudizio “Soddisfacente”, il secondo nella scala di valutazione, il più alto finora assegnato e ottenuto solo da tre atenei su otto

L’Anvur promuove l’Università di Macerata. L’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca ha pubblicato il rapporto relativo alla verifica ispettiva svolta nell’Ateneo maceratese nell’aprile del 2015 ai fini dell’accreditamento periodico delle sedi universitarie e dei corsi di studio.

Unimc ha ottenuto il giudizio “Soddisfacente”, il secondo nella scala di valutazione, relativamente al sistema di assicurazione della qualità della didattica adottato. Si tratta della valutazione più alta finora pubblicamente assegnata. Degli otto atenei la cui valutazione è stata pubblicata sul sito dell’Agenzia, solo altri due, oltre Macerata, hanno ottenuto lo stesso risultato. In particolare, sono state segnalate come prassi eccellenti le linee strategiche e la programmazione adottate, le risorse di logistica e il supporto del personale nonché il sistema decisionale.

L’Università di Macerata si era autocandidata per la visita istituzionale di accreditamento periodico ed è stata in assoluto la quinta università statale oggetto di visita: questo atteggiamento di grande disponibilità e apertura nei confronti del processo di valutazione è stato molto apprezzato dall’Anvur e dalla commissione incaricata per la visita.

Secondo il rapporto, l’Ateneo può contare su una buona organizzazione logistica e ottime risorse di personale tecnico amministrativo, che si è mostrato altamente motivato. Altro punto forte dell’Università di Macerata è il sistema di monitoraggio della didattica (Mia) di cui si è dotata come sistema di controllo centrale. Il sistema decisionale di Ateneo risulta adeguatamente articolato e caratterizzato da un’efficace integrazione di processi. È stato riscontrato lo sviluppo di un sistema di formazione a distanza che andrebbe incontro alla differenziazione del target degli studenti con esigenze di studio e di frequenza personalizzate e flessibili. Sono previsti infatti per tutti gli studenti servizi aggiuntivi di supporto organizzativo e di tutoraggio on-line.

“E’ un risultato prestigioso – commenta il rettore Luigi Lacchè – che è stato fornito al termine di una procedura di valutazione estremamente approfondita e severa, visto che siamo stati tra i primi atenei ad essere visitati dai commissari, tanto che l’Anvur sta già pensando di rendere meno restrittivi i parametri per le prossime valutazioni. L’agenzia ha messo in luce anche i legami dell’Ateneo con il territorio e ha giudicato ben fondati gli ambiziosi obbiettivi nell’area dell’internazionalizzazione”.

Cs. n. 065/2016

Questa pagina è stata aggiornata il 17/06/2016