Dall’app per Erasmus ai vasi intelligenti. Le idee di impresa di studenti dell’Università e delle superiori

04/03/2016. Presentati i progetti ideati all’interno del Laboratorio umanistico per la creatività e l’innovazione di Unimc e della Business plan competition della Camera di Commercio.
Foto di gruppo dei partecipanti

Foto di gruppo dei partecipanti

Dalle giovani menti possono nascere idee di impresa sorprendenti se stimolate e, soprattutto, supportate da professionisti. E’ con questa finalità che sono nati il Laboratorio umanistico per la creatività e l’innovazione dell’Università di Macerata e la Business plan competition della Camera di commercio che quest’anno hanno unito le forze per coinvolgere in un unico percorso formativo studenti dell’Università e degli istituti superiori della provincia di Macerata. Questa mattina nell’Aula Magna dell’Ateneo i partecipanti, oltre a ricevere diplomi e premi, hanno potuto presentare i loro progetti imprenditoriali. Hanno partecipato al Luci, diretto dalla professoressa Francesca Spigarelli, oltre 50 tra studenti universitari, laureati, dottorandi e studenti dell’Istituto Carducci Galilei di Fermo. A questi si aggiungono circa 65 studenti che l’ente camerale ha selezionato tra gli istituti superiori della provincia di Macerata per la Business plan competition. A congratularsi con loro, il rettore Luigi Lacchè  e il presidente della Camera di commercio Giuliano Bianchi.

Sono dieci i progetti presentati dagli allievi del Laboratorio Luci: MacErasmus App di Nicoletta Boria, Andrea Garbuglia, Maricuta Sas, Giorgia Nardelli, la prima app per gli Erasmus; Bradipo do Lorenzo Vargas, Denise Grasselli, Matteo Di Florio e Matteo Malatini, una rivista di narrativa; Sybillic Digital Trips – Ulisse di Elena Santilli, Giacomo Alimenti, Carlotta Larocca e Arianna Vercelli, un sito che propone vacanze digitali; Dante al Ristorante di Carina Holhos, Silvia Achilli, Edoardo Candidori, Mattia Febi, Lorenzo Smerilli e Alessia Vesprini, un'impresa di ristorazione che propone piatti ispirati all'arte e alla musica; pApp's book di Sofhia Fraticelli, Carlo Paci, Deborah Di Carlo, Federica Porcheddu, Francesca Tartari, Massimiliano Pinna, una rete sociale per gli amanti della lettura nelle Marche; Pet Therapy di Allegra Mazzante, Claudia Cinti, Gabriela Goanta, un centro che ospita diverse tipologie di animali; Marche Power di Martina Santamarianova, Monica Del Carpio, Andrea Morico, un’app per visitare un luogo con gli occhi di chi vi risiede; Just in Tempo di Claudia Oresti, Marco Tosti Guerra, Francesca Addesa e Jiang Wen Chen, l’app per trovare un tavolo libero; A.c.E. Bio di Luana Bellino, Marica Vitali, Ilaria Serpentini e Raffaele Venieri, un sito internet dedicato al mondo agricolo marchigiano; Glamour e-Commerce di Lorenzo Rocchetti, Marina Filieri, Matteo Catani, Ilaria Marchegiani, Beatrice Baldoni e Conchita Mammoli, una piattaforma web per aste. A consegnare gli attestati di partecipazione è stato Maurizio Vecchiola, amministratore delegato della Finproject.

Sono stati, inoltre, premiati i gruppi scolastici partecipanti alla Business plan competition della Camera di commercio: primo premio da 750 euro al gruppo GL automatic electronic garden formato da Gianmaria Borea, Eleonora Fioriferi, Jacopo Pennesi e Alessandro Romoli dell’Itc Gentili di Macerata per la creazione di un vaso “intelligente” per coltivazioni sostenibili; secondo premio da 500 euro al gruppo Level Six, composto da Lorenzo Di Salvatore, Giulia Pazzarelli, Vittorio Lausdei, Lorenzo Pietro Faggiolati, Leonardo Piermattei e Lucia Cintioni del liceo scientifico Galilei di Macerata per un progetto di ristorazione che coniughi velocità e qualità; terzo premio da 250 euro al gruppo Farm Help composto da Francesco Broccolo, Roberto Foglia, Paolo Sincini e Ruggero Natalini dell’Iis Garibaldi di Macerata per l’idea di un birrificio artigianale che utilizza il luppolo selvatico.

Cs. n. 023/2016

Questa pagina è stata aggiornata il 08/03/2016