Convegno internazionale sulla didattica delle lingue tra Europa e Cina

26/11/2016. Organizzato dall’Istituto Confucio per il 30 novembre e il 1° dicembre.

L’Istituto Confucio dell’Università di Macerata presente il convegno internazionale “La prossimità e la distanza. Dialoghi e discorsi sulla didattica delle lingue straniere tra Europa e Cina” che si terrà il 30 novembre e 1° dicembre nell’Aula sinodale della Domus San Giuliano (Via Cincinelli, 4, Macerata). L’evento vede la partecipazione di Geneviève Zarate, Joël Bellassen, Danielle Lévy, Fu Rong, Edith Cognigni, Gilles Forlot e Gisella Langé, figure di rilievo internazionale che hanno segnato e definiscono tuttora la riflessione sulle dinamiche di costruzione, relazione e gestione della complessità linguistica e culturale, nei processi di insegnamento-apprendimento in Europa e in Cina, tanto in ambito scientifico quanto in quello istituzionale. Il discorso, partendo dall’opera “Précis du plurilinguisme et du pluriculturalisme” e attraversando il tema della distanza linguistica e culturale e delle sue implicazioni per la glottodidattica in contesti sinofoni e per la didattica della lingua cinese in Italia, si svilupperà in tre sezioni. Il convegno è aperto a studenti di lingue, mediazione e scienze della formazione, nonché a tutti i docenti di lingua, di livello secondario e superiore, interessati alle problematiche del plurilinguismo e della distanza linguistica, con particolare riferimento a docenti di lingua cinese e francese.

Per informazioni: Segreteria Istituto Confucio, tel.  0733-258.5813 (5809), email info.confucio@unimc.it.

Cs n. 170/2016


Questa pagina è stata aggiornata il 29/11/2016