Boom di presenze al Salone di orientamento 2016

12/02/2016. Numeri da record al Salone di orientamento 2016 organizzato dall'Università di Macerata. Oltre 1.500 studenti delle scuole superiori hanno partecipato ai due giorni dedicati alla scoperta dell'Ateneo
Salone di orientamento 2016

Salone di orientamento 2016

Numeri da record al Salone di orientamento 2016 organizzato dall'Università di Macerata. Più di 1.500 studenti delle scuole superiori hanno partecipato ai due giorni dedicati alla scoperta dell'Ateneo: dopo gli oltre 500 di ieri, oggi quasi il doppio ha affollato l’Ateneo. Era stracolmo l’Auditorium San Paolo, dove questa mattina i ragazzi sono stati accolti dal rettore Luigi Lacchè e dalla delegata all’orientamento Paola Nicolini, tanto che è stato necessario aprire anche l’Aula Magna collegata in diretta streaming. Nonostante tutto, molti ragazzi non sono riusciti ad entrare e hanno riempito il corridoio, dove erano presenti gli stand informativi della Scuola di Studi Superiori “Giacomo Leopardi”, che ogni anno seleziona gli studenti migliori, proponendo loro percorsi di eccellenza e incentivandoli con l'abbattimento dei costi di iscrizione, vitto e alloggio; dell’Istituto Confucio per l’insegnamento e la certificazione della lingua Cinese; dell’Ersu; dell’Accademia di Belle Arti di Macerata; dell’Istituto Musicale G. B. Pergolesi di Ancona; dell’Università di Camerino; del Servizio disabilità.  Sono state circa trenta le scuole partecipanti della sola regione Marche. Alle classi arrivate in modo organizzato, si sono aggiunti molti ragazzi che, accompagnati dalle famiglie o in gruppo, sono arrivati anche da Abruzzo, Molise e Puglia.

“La tendenza degli ultimi anni – è il commento del rettore Luigi Lacchè - è stata molto positiva. Siamo cresciuti di circa il 20% nelle immatricolazioni, in controtendenza nazionale. Oggi vedere l’auditorium così pieno ci dà il segno che questo trend possa continuare e sta diventando strutturale perché i nostri ragazzi capiscono che a Macerata si studia bene e trovano un ambiente molto positivo”. A chi gli chiede perché dovrebbe iscriversi all’Università di Macerata, il rettore risponde descrivendo “un ateneo fortemente specializzato, che si focalizza nel campo delle scienze umane e sociali, con due terzi di occupati a tre anni dalla laurea e una forte spinta all’internazionalizzazione. Tra le prime nel programma Erasmus, l’Università di Macerata offre ben sette lauree internazionali a doppio titolo – che permettono di compiere un periodo di studi all’estero e di ottenere, alla fine, due lauree - e tre completamente in inglese. Con l'Istituto Confucio, poi, l'Ateneo è un punto di riferimento nazionale per lo studio del cinese e uno dei più importanti poli linguistici del centro Italia”. Da parte sua, la professoressa Paola Nicolini ha ribadito l'importanza di scegliere il proprio percorso formativo in modo consapevole, sottolineando l'attenzione all'orientamento come azione diretta a sostenere un'equilibrata immagine di sé nei giovani.

I corsi di laurea più gettonati dai partecipanti sono stati quelli di scienze della formazione e di lingue, lettere e filosofia, seguiti, a stretto giro, da giurisprudenza, economia e scienze politiche. In crescita anche le presenze a scienze della comunicazione, beni culturali e turismo.

Cs. n. 009/2016

Questa pagina è stata aggiornata il 15/02/2016