Beni culturali, confronto a Unimc tra esponenti del Ministero e delle istituzioni culturali nazionali

02/11/2015. Giovedì e venerdì, 5-6 novembre 2015, l’Ateneo ospita il convegno internazionale di studi "La valorizzazione dell'eredità culturale in Italia". Tra i partecipanti, il presidente del Consiglio Nazionale dei Beni Culturali Giuliano Volpe e due dei direttori stranieri di grandi musei nominati di recente.

Per il quinto anno della rivista "Il Capitale Culturale. Studies on the Value of Cultural Heritage" la Sezione di beni culturali del Dipartimento di scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo dell’Università di Macerata ha organizzato per giovedì e venerdì, 5-6 novembre 2015, il convegno internazionale di studi "La valorizzazione dell'eredità culturale in Italia".

Nella mattinata del primo giorno illustri studiosi italiani dibatteranno sulla nozione di patrimonio culturale definita dalla Convenzione di Faro rispetto ai valori e ai paradigmi della tradizione culturale italiana. Le risultanze di questa prima sessione saranno oggetto della discussione pomeridiana fra eminenti personalità di altri paesi europei. Tra gli altri, interverranno i nuovi direttori del parco archeologico e del museo di Paestum Gabriel Zuchtriegel e della Galleria Nazionale di Urbino Peter Aufreiter, la cui recente nomina, insieme a quella di altri cinque su venti direttori di grandi musei, ha acceso ulteriormente il dibattito sulla gestione dei beni culturali in Italia. I lavori si apriranno alle 9.30 nell’Aula Magna dell’Ateneo con il saluto del rettore dell’Università di Macerata Luigi Lacché, del presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, del sindaco di Macerata Romano Carancini, del direttore del Dipartimento di scienze della formazione, dei beni culturali e del turismo Michele Corsi. Era prevista inizialmente anche la partecipazione del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, che ha dovuto però rinunciare per impegni istituzionali sopraggiunti.

I lavori del secondo giorno, che si terranno a partire dalle 9.30 al Polo didattico Bertelli di Vallebona, saranno introdotti dal presidente del Consiglio Nazionale dei Beni Culturali Giuliano Volpe. E’ prevista una serie di relazioni sul tema dei percorsi formativi, delle opportunità occupazionali e delle abilità professionali necessarie a conseguire i dichiarati obiettivi di valorizzazione sociale ed economica del patrimonio culturale italiano nel nuovo contesto giuridico e amministrativo. Al mattino ne discuteranno autorevoli esponenti del Ministero e di istituzioni culturali nazionali, mentre nel pomeriggio si terrà una tavola rotonda con i rappresentanti delle principali associazioni professionali dei beni culturali. L'assessore regionale Moreno Pieroni concluderà i lavori, presentando le linee politiche della Regione Marche in materia di formazione e reclutamento del personale dei beni culturali. Il programma completo è disponibile sul sito www.unimc.it. La partecipazione è libera.

 

Cs. n. 122/2015

Questa pagina è stata aggiornata il 10/12/2015