A Unifestival, la sorella di Stefano Cucchi

20/04/2015. Prosegue il festival di Unimc con uno spettacolo sullo sciopero dei tranvieri a Milano nel '44, l'incontro con Ilaria Cucchi e il dibattito sull'Expo

"Officine Libertà. L'Onda della Madonnina" è la storia dell'importanza di un lavoro e di come questo, se interrotto con uno sciopero per legittimi motivi, sia determinante nel cambiare la storia di un paese. Protagonisti sono un padre e una madre, il figlio, i nonni e quella generazione senza memoria perché “protetta dal dolore” di chi ha vissuto e ha scelto di non raccontare per non far soffrire. In quel marzo 1944 il mare venne a Milano con un'onda che travolse tutto e nulla sarebbe stato più come prima. Quell'onda fu lo sciopero dei tranvieri, che paralizzò la città intera, dando per la prima volta ai cittadini la consapevolezza di quanto un popolo unito avrebbe potuto fare lottando contro gli occupanti tedeschi e il fascismo.

Lo spettacolo – una narrazione per immagini disegnate dal vivo con voce e musica a cura di Gianluca Foglia "Fogliazza" - arriva a Macerata domani sera alle 21.15 al San Paolo nell'ambito dell'Unifestival, il festival degli studenti dell'Università di Macerata. L'ingresso è gratuito

Mercoledì 22 aprile il festival propone, invece, un doppio appuntamento con l'attualità: alle 16 si parlerà del controverso caso di Stefano Cucchi, il giovane morto in carcere nel 2009, con la sorella Ilaria; alle 18, incontro dibattito sull'Expo e sull'impatto di questo evento sui territori. Entrambi gli incontri si terranno al Polo Pantaleoni (via della Pescheria Vecchia).

L'Unifestival prosegue con un denso programma di appuntamenti. Per informazioni: www.festival.unimc.it.

Cs n. 039/2015

 

Questa pagina è stata aggiornata il 04/05/2015