A Unifestival arrivano le pizziche salentine e il teatro di Euripide a Borgo Ficana

28/04/2015. Tornano anche questa settimana le grandi serate Unifestival, il festival degli studenti dell'Università di Macerata

Tornano anche questa settimana le grandi serate Unifestival, il festival degli studenti dell'Università di Macerata. Mercoledì alle 21.30 si balla alla loggia del grano (via Don Minzoni) con "Folk in festival": una serata dedicata alle tradizioni popolari pugliesi e marchigiane. I primi ad esibirsi saranno quattro giovani del Gargano che canteranno e suoneranno tarantelle e pizziche della regione, accompagnati dalle danze di una ballerina. Il secondo gruppo, composto da quindici ragazzi marchigiani, ballerà il saltarello e altre danze popolari, divertendo gli spettatori con canti e stornelli. Per gli amanti dell'arte, da non perdere nel pomeriggio dello stesso giorno alle 17.30 le conferenze su "Luci e ombre di Caravaggio", in Antica Biblioteca.

Giovedì 30 aprile, invece, nella suggestiva cornice di Borgo Ficana la compagnia teatrale Vocitinte mette in scena "Medea's dream", una rivisitazione della tragedia di Euripide, che è prima di tutto la tragedia sull'uccisione dell'Infanzia dell'Uomo, un'elegia sull'innocenza perduta. Una “Medea” vista da lontano, duemila anni dopo. Duemila anni di violenza, di guerre, di olocausti. Cosa rimane di Medea? Che ne è stato del suo atroce, inspiegabile omicidio? Chi è oggi l'uomo? Come si confronta con quel peccato originale,con quella colpa eterna? L'appuntamento è per le 21.30.

Unifestival prosegue fino all'8 maggio con tantissimi appuntamenti. Tutte le iniziative sono su www.festival.unimc.it.

Cs n. 044/2015

Questa pagina è stata aggiornata il 04/05/2015