Play Marche, prende forma il primo spin off di Unimc per la valorizzazione del territorio

Cs n. 018/2014 di mercoledì 12.03.2014 / L'Università di Macerata ha incontrato i 51 partner del progetto di Distretto culturale evoluto per individuare i soci dell'impresa che coordinerà le attività

Prende forma lo spin-off Play Marche, strumento privilegiato d'azione del progetto regionale di Distretto culturale evoluto vinto e coordinato dall'Università di Macerata nonché prima impresa a nascere dalla costola dell'Ateneo.

Il gruppo di coordinamento formato dal rettore Luigi Lacchè e dai docenti Eleonora Cutrini, Pierluigi Feliciati, Barbara Fidanza, Roberto Perna, Ermanno Zigiotti insieme a Paola Bucceroni dell'Ufficio valorizzazione della ricerca di Unimc, ha incontrato in Aula Magna i rappresentanti dei 51 partner di progetto. Obiettivo della riunione era individuare i soggetti che vorranno aderire allo spin off. Tutti i presenti hanno espresso consenso unanime sulle prospettive aperte dal progetto Play Marche e dalle proposte dell'Ateneo maceratese, facendo prevalere la visione sistemica contrapposta alla somma di obiettivi particolari. Gli accordi specifici saranno formalizzati durante la prossima settimana.

"Innovazione significa fare sistema – ribadisce il rettore Luigi Lacchè - Trasparenza e collegialità saranno il nostro metodo di lavoro. L'avvio della spin-off, nelle prossime settimane, rappresenta un'opportunità non solo per la corretta gestione del progetto, ma anche per fornire al territorio e alle imprese un'occasione importante per promuovere insieme  le idee innovative, le competenze avanzate, la valorizzazione del territorio in tutte le sue componenti. Il gioco, in tutte le sue espressioni, è stata ritenuta una chiave molto valida per avvicinare la cultura ai cittadini e ai turisti".

Lo spin-off sarà un'azienda ad alto tasso di contaminazione creativa, al fine di favorire la costituzione di altri soggetti privati in grado di elaborare e applicare le nuove tecnologie tramite il linguaggio per diffondere e valorizzare contenuti culturali generalmente trasmessi a un pubblico ristretto.

Obiettivo del progetto Play Marche è quello di valorizzare il patrimonio culturale della regione attraverso il linguaggio del gioco, utilizzando le più innovative tecnologie di informatica e comunicazione.

Questa pagina è stata aggiornata il 14/03/2014