Nasce "International Route", la seconda spin off di Unimc. Supporterà le pmi che vogliono internazionalizzare

23/12/2014. Saranno offerti servizi di consulenza a 360 gradi, molto personalizzabili e innovativi, a prezzi allettanti. Il rettore Lacchè: "Il connubio perfetto tra i vari indirizzi universitari maceratesi sarà il nostro valore aggiunto".
Foto di gruppo dei soci

Foto di gruppo dei soci

E' nata la seconda spin off dell'Università di Macerata, “International Route srl - International Research Office from University To Enterprise", che offrirà consulenze specifiche e a 360° alle imprese che internazionalizzano.

Si tratta di un vero e proprio soggetto economico costituito in questi giorni dall'Ateneo, unico ente pubblico che detiene il 10% delle quote sociali, da sei privati e da 11 persone provenienti dall’ateneo: docenti, dottorandi e neolaureati con esperienza nel campo dell’euro-progettazione, dei mercati emergenti internazionali, dell’innovazione nel settore agroalimentare, diritto agrario, politologi, geopolitici e giuristi.

I servizi che caratterizzeranno la nuova impresa riguarderanno il supporto all’internazionalizzazione delle attività aziendali del territorio.

"La metodologia che verrà utilizzata – spiega il rettore Luigi Lacchè - rappresenterà il fiore all’occhiello dello spin-off, perché la classica analisi di mercato sarà affiancata dalle valutazioni geopolitiche e sociali, correlata con l’interpretazione linguistica e rafforzata dalla conoscenza del diritto che si intersecheranno al fine di raggiungere il grado di approfondimento desiderato. Il connubio perfetto tra i vari indirizzi universitari maceratesi sarà il nostro valore aggiunto".

Nel 2013 le Marche sono risultate tra le regioni che hanno contribuito maggiormente a sostenere l’export nazionale. Il mercato di riferimento della spin-off sarà, quindi, costituito prevalentemente da piccole e medie imprese locali desiderose di internazionalizzare, ma sprovviste di ingenti risorse. International Route potrà, inoltre, supportare anche gli istituti bancari e le associazioni di categoria.

"Molte Pmi – aggiunge il prof. Francesco Adornato, direttore del Dipartimento di Scienze politiche e socio della spin off – tendono a non rivolgersi a specialisti o a società di consulenza per contenere le spese, specie in questo momento, e anche perché le competenze sono frammentate tra diversi specialisti, mentre International Route offrirà servizi variegati, molto personalizzabili e la possibilità di mettere in pratica tecniche e studi innovativi, sotto la supervisione di docenti esperti. Un obiettivo dello spin off e di tutta l’Università di Macerata è quello di contribuire a rilanciare l’economia marchigiana".

A molti giovani laureati o laureandi dell'ateneo sarà concessa la possibilità di collaborare con lo spin off, così da colmare quel gap di esperienza che non permette alle nuove leve l’accesso diretto al mercato del lavoro. Le potenzialità di questo progetto saranno quindi un plusvalore sia per le PMI del territorio, sia per l’ateneo maceratese, sia per i neolaureati.

Cs n. 163/2014

Questa pagina è stata aggiornata il 23/12/2014