L'Istituto Confucio porta a Macerata lo spettacolo della "Iena" Shi Yang Shi

26/09/2014. "Tong Men – G" racconta il viaggio di Yang alla ricerca delle sue origini, del rapporto con la madrepatria, della "riprogrammazione culturale” in Italia. Ingresso gratuito

L'Istituto Confucio e l'Università di Macerata con il patrocinio del Comune di Macerata sono lieti di presentare lunedì 29 settembre alle ore 21 al Teatro Lauro Rossi di Macerata lo spettacolo Tong Men - G ("Porta di bronzo, stesso sogno") di Cristina Pezzoli con Shi Yang Shi. L'ingresso è gratuito, fino a esaurimento posti.

Questo spettacolo racconta la storia di Yang. Yang è nato a Jinan, nel Nord della Cina, nel 1979. A 11 anni è arrivato in Italia insieme alla madre: è stato lavapiatti, venditore ambulante sulle spiagge, studente bocconiano, traduttore simultaneo per ministri, imprenditori e registi internazionali, attore di teatro, tv e cinema e, recentemente, inviato speciale de “Le Iene”.

Yang è un cinese alto: 189 cm. Yang è un cinese bello. Yang non sa chi è. Attraverso la storia di Tong Men-g - primo spettacolo in Italia con protagonista un attore cinese - Yang ha fatto un viaggio alla ricerca delle sue origini, del rapporto con la sua madrepatria, delle storie e delle vite dei suoi antenati, della "riprogrammazione culturale” avvenuta in Italia, delle contraddizioni e possibilità della condizione di uomo orientale / occidentale, dal 2006 cittadino italiano.

Lo spettacolo è in doppia lingua, italiana e cinese, e rivolto a un pubblico misto. Tong Men-g ha debuttato in prima nazionale l’8 febbraio al Museo del Tessuto di Prato.

Cs n. 101/2014

Questa pagina è stata aggiornata il 26/09/2014