Boom di iscritti per la Summer school sulla violenza contro le donne

23/09/2014. Quasi ottanta gli iscritti al corso. Si comincia domani alle 16. Interverranno studiosi ed esperti italiani e internazionali suddivisi secondo un approccio interdisciplinare

Boom di iscrizioni per la prima edizione della Summer School in Studi di genere (Gender Studies) dedicato al tema della violenza contro le donne, organizzato dal Dipartimento di Scienze Politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali dell’Università di Macerata, dall’Associazione Università della Pace di Ancona e dall’Università “Carlo Bo” di Urbino. Il percorso formativo, che prenderà il via domani (mercoledì 24 settembre) e si concluderà sabato prossimo, è incentrato sul fenomeno contemporaneo e diffuso della violenza contro le donne in quanto donne e prevede interventi di studiosi ed esperti italiani e internazionali suddivisi in tre moduli didattici, secondo un approccio interdisciplinare: giuridico, storico-filosofico e psico-sociologico.

La Summer School, diretta dalla professoressa Ines Corti, è gratuita, grazie al supporto finanziario dei partner del progetto - Università della Pace, Provincia di Macerata, Università di Macerata, Soroptimist e Innerwheel – e conta ben 79 iscritti. L’appuntamento è per mercoledì pomeriggio alle 16 al polo didattico Pantaleoni, in via Pescheria Vecchia a Macerata. All'incontro di apertura interverranno il rettore dell'ateneo Luigi Lacchè, il direttore del Dipartimento di Scienze politiche Francesco Adornato, Mario Busti dell'Università della Pace, Cristiano Maria Bellei dell'Università di Urbino, l'assessore regionale Paola Giorgi, le presidenti di Soroptimist e Innerwheel Leide Polci e Isabella Properzi, la vicepresidente della Provincia Paola Mariani, il vice sindaco Federica Curzi e la deputata Irene Manzi.

Cs n. 098/2014

Questa pagina è stata aggiornata il 25/09/2014