Ateneo al microscopio Alla scoperta dei Dipartimenti di Unimc

09/09/2014. Giurisprudenza, quando la tradizione innova. Oltre alle tradizionali figure forensi, il Dipartimento prepara anche alle professioni di consulente del lavoro e dell’impresa, operatore giudiziario e criminologico, professionista delle pubbliche amministrazioni e dei servizi sociali. Al via la doppia laurea italo-francese.
Il direttore, Ermanno Calzolaio

Il direttore, Ermanno Calzolaio

Inizia oggi un viaggio tra le tante proposte formative dell’Università di Macerata per l’anno 2014/2015. Ad illustrarle saranno i direttori stessi dei sette dipartimenti: Economia e diritto, Giurisprudenza, Studi Umanistici, Scienze della formazione dei beni culturali e del turismo, Scienze politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali.

Con il corso di laurea in Giurisprudenza al primo posto in Italia (classifiche Censis 2014), il Dipartimento di Giurisprudenza è l'esempio concreto di come una tradizione di studi secolari – lo studium juris è nato nel 1.290 – possa rinnovarsi raccogliendo le sfide più attuali.

"Da un lato – spiega il direttore del Dipartimento Ermanno Calzolaio - proseguiamo nella tradizione che ha fatto dello studio del diritto a Macerata un caposaldo nella formazione delle figure forensi classiche: avvocato, magistrato, notaio. Questo patrimonio viene attualizzato attraverso un approccio innovativo nella didattica e nella ricerca, che comprende la formazione linguistica, l'esigenza dell'internazionalizzazione e l'attenzione al mondo del lavoro".

Parte quest'anno la laurea internazionale in Giurisprudenza con l'Università di Orlèans: un percorso formativo che si svolgerà in parte in Italia e in parte in Francia e che permetterà di ottenere il diploma francese di Licence e di Maîtrise, menzione Diritto, insieme alla laurea magistrale in Giurisprudenza; oltre, naturalmente, a una solida formazione nel diritto e nella lingua di entrambi i paesi.

Per favorire la professionalizzazione degli studenti di Giurisprudenza, inoltre, ultimamente sono state stipulate convenzioni con la Corte di Appello delle Marche, la Direzione Territoriale del Lavoro di Macerata, la Commissione tributaria di Ascoli Piceno, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ascoli Piceno e di Macerata.

"Dall'altro lato – specifica il direttore - il Dipartimento si è ormai specializzato anche nella formazione di nuove figure professionali, come quelle di consulente del lavoro e dell’impresa, di operatore giudiziario e criminologico, di professionista delle pubbliche amministrazioni ed organizzazioni complesse e dei servizi sociali".

In collaborazione con la Fondazione Colocci, è stato attivato nella sede di Jesi un percorso formativo unitario, composto dalla laurea triennale in Scienze giuridiche applicate, con quattro indirizzi in consulente per il lavoro, consulente per l'impresa, operatore giudiziario e criminologico, scienze dell'amministrazione, e la laurea magistrale in Scienze dell'amministrazione pubblica e privata. A Macerata vengono, inoltre, proposti i corsi di laurea triennale e magistrale in Servizi sociali. "Si tratta di un unicum in Italia – sottolinea Calzolaio -, perché in genere questo tipo di corsi sono incardinati all'interno delle facoltà di sociologia o psicologia, mentre noi, oltre alle materie che qualificano la professione, forniamo anche una solida base giuridica, oggi indispensabile in questo settore".

Cs n. 090/2014

Questa pagina è stata aggiornata il 24/09/2014