A Macerata la mostra “Gulag” di Tomasz Kizny

COMUNICATO STAMPA N. 018/2014 DI MERCOLEDI' 12 marzo 2014
Tomasz Kizny

Tomasz Kizny

Kolyma, Solovki, Vorkuta, Vajgač risultano ancora oggi nomi estranei ai non addetti ai lavori, nonostante siano state milioni le vite segnate dal Gulag. Da quell'arcipelago di lager a topografia variabile, inaugurato all'inizio degli anni Venti del Novecento dal regime comunista, la memoria sembra aver deviato il suo corso verso l'amnesia. E AGE (Amnesia Gulag in Europe), il progetto europeo promosso dal Dipartimento di Scienze politiche, della Comunicazione e delle Relazioni Internazionali dell'Università di Macerata (prog. n. 546614-EFC-1-2013-1-IT-EFC-REM), muove nella direzione del recupero di una storia a lungo relegata alla periferia del dicibile.

Il fotografo polacco Tomasz Kizny ha documentato la storia di tanta violenza con un lavoro di ricerca durato oltre diciassette anni e condotto in Polonia, ex-URSS e Russia, attingendo dagli archivi personali di ex detenuti e funzionari del Gulag, oltre che da quelli sovietici e, in seguito, russi. La mostra fotografica Gulag, patrocinata dal Comune di Macerata, si inaugurerà alla presenza di Kizny martedì 18 marzo 2014 alle ore 11 nella Sala Specola della Biblioteca Mozzi Borgetti in piazza Vittorio Veneto 2 a Macerata e raccoglie 95 scatti “rari e inediti” selezionati da questa capillare ricerca. L'inaugurazione sarà preceduta, alle ore 10 in Aula A del Dipartimento di Scienze Politiche di Piazza Strambi 1, da una presentazione in cui interverranno Tomasz Kizny; Luigi Lacchè, rettore dell'Università di Macerata; Francesco Adornato, direttore del Dipartimento di Scienze Politiche, della comunicazione e delle relazioni internazionali; Natascia Mattucci, coordinatrice del progetto AGE; la giornalista Dominique Roynette, curatrice del catalogo della mostra; Teresè Birutè Burauskaitè, direttrice del Genocide and Resistance Research Centre of Lithuania. Coordinerà Gianluca Vagnarelli, docente dell'Università di Macerata, e interverranno i rappresentanti dei partner del progetto AGE, Amnesia Gulag in Europe.

La mostra rimarrà aperta fino all'11 aprile con i seguenti orari:

  • mattino: dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13,
  • pomeriggio: giovedì e venerdì, dalle 15 alle 18.

 

I contenuti di questo comunicato riflettono solo il punto di vista dell’autore. L’EACEA e la Commissione Europea non sono responsabili dell’utilizzo delle informazioni ivi indicate.

Questa pagina è stata aggiornata il 17/03/2014