Unimc al lavoro per il Festival di Venezia

L'Ateneo, sesto in Italia per la didattica, apre le porte ai laureati triennali. La prof. Paola Nicolini, "Numerose possibilità di studio e tirocinio all'estero"
Elena Di Giovanni e i due studenti a Venezia

Elena Di Giovanni e i due studenti a Venezia

Diventa sempre più attiva la partecipazione dell'Università di Macerata alla Mostra internazionale del Cinema di Venezia.

Venice Days, sezione della Mostra dedicata alla cultura del cinema e alla promozione della cinematografia contemporanea, organizza una serie di eventi per festeggiare i 70 anni della celebre rassegna. Tra questi, offre una serie di lezioni di traduzione del cinema e di accessibilità ai film per i disabili sensoriali a un gruppo di esperti di cinema selezionati in tutti i paesi dell'Unione Europea. Tra i relatori chiamati in questi giorni, c'è anche la professoressa Elena Di Giovanni, direttrice del Centro linguistico dell’Università di Macerata, da anni attiva in questo campo, tanto da aver ideato e diretto il Master in Accessibilità ai media, all'arte e alla cultura ed essere stata supervisore dei servizi di traduzione per Macerata Opera Festival, Mostra del Cinema di Venezia, Festival Internazionale del Film di Roma, Torino Film Festival, Roma Fiction Fest.

Anche quest'anno, inoltre, alcuni studenti selezionati dell'Ateneo svolgeranno uno stage nell'azienda che traduce i film della kermesse veneziana.

Di Giovanni, insieme a Lucile Desblache, docente di traduzione e musica della Roehampton University di Londra, e a Helen Minors, musicista, musicologa e docente della Kingston University di Londra, è promotrice anche del progetto Translating Music, che coinvolge  l'Università di Macerata, il Macerata Opera Festival e la Royal Opera House di Londra, finanziato e approvato dello Arts and Humanities Research Council e inaugurato ufficialmente a Londra nella sede britannica del Parlamento Europeo (Europe House). Obiettivo del progetto è quello di analizzare come i testi collegati alla musica siano attualmente tradotti, così da capire come migliorare le traduzioni.

Comunicato stampa n. 085/2013 di lunedì 02 settembre 2013

Questa pagina è stata aggiornata il 05/09/2013