Raddoppiano le borse di dottorato Unimc finanziate dalla Regione

COMUNICATO STAMPA N. 096/2013 DI MERCOLEDI' 25 SETTEMBRE 2013 / Sono più del doppio, 24 contro gli 11 dello scorso anno, i progetti di ricerca applicata che saranno svolti all'interno delle aziende nei settori green economy, beni culturali, domotica, moda, turismo e distretto del mare

Sono più che raddoppiati i dottorati dell'Università di Macerata che hanno ottenuto il finanziato dalla Regione Marche nell'ambito del bando Eureka 2013, promosso insieme alla Conferenza dei Rettori delle Marche per cofinanziare borse di dottorato di ricerca applicata in collaborazione con le imprese. Ad ottenere il sostegno regionale sono stati, infatti, ben 24 progetti contro gli undici dello scorso anno.

"Questo risultato – commenta il rettore Luigi Lacchè – dimostra quello che ritengo un fattore distintivo del nostro Ateneo, e cioè la capacità di portare innovazione anche all'interno del sistema produttivo proprio grazie all'autorevole specializzazione nel campo delle scienze umane e sociali, giuridiche ed economiche. I nostri studenti posseggono una preparazione che li rende in grado di cogliere ed affrontare le sfide di un mondo sempre più globalizzato e le complessità di una società avanzata: penso all'internazionalizzazione e ai rapporti con i nuovi Paesi protagonisti della sfera economica, la sostenibilità ambientale, la valorizzazione dei beni culturali attraverso le nuove tecnologie, il sostegno alle persone fragili, giusto per citare alcuni degli ambiti di indagine che saranno approfonditi attraverso questi progetti".

I dottorandi, selezionati tramite bando, potranno in questo modo svolgere attività di studio e di ricerca anche all'interno dell'azienda, oltre che in Ateneo, applicando le proprie conoscenze direttamente allo sviluppo e alla gestione di casi pratici di interesse aziendale.

Le imprese ospitanti sono in tutto ventidue e i progetti finanziati riguardano principalmente il settore della green economy (14) seguiti da beni culturali (4), domotica (3) e, ancora, moda, turismo e distretto del mare.

Questa pagina è stata aggiornata il 10/10/2013