L'Istituto Confucio di Macerata conquista il Ministro

Entusiasta il vice ministro Xu Lin, "Vi daremo più borse di studio e insegnanti di cinese"
Giorgio Trentin, Xu Lin e Luigi Lacchè

Giorgio Trentin, Xu Lin e Luigi Lacchè

L'Istituto Confucio dell'Università di Macerata ha conquistato il vice ministro all'Istruzione della Repubblica popolare cinese Xu Lin. "Anche se è in una piccola città, questo istituto è un po' la nostra Roma", ha commentato durante la visita dello scorso fine settimana.

Il tavolo di lavoroDurante l'incontro ufficiale con il rettore Luigi Lacchè, il direttore dell'Istituto Confucio maceratese Giorgio Trentin e il direttore del Dipartimento di Studi umanistici Filippo Mignini, il ministro ha assicurato senza esitazioni tutto l'appoggio dell'Hanban, l'ufficio per la promozione della lingua e della cultura cinese, allo sviluppo delle attività dell'Istituto, che, in meno di due anni, ha già raggiunto risultati molto importanti. Saranno, quindi, aumentate le borse di studio per la Cina destinate agli studenti di Unimc - già una ventina hanno da poco ottenuto incentivi per periodi di formazione da uno a due anni; verranno progettati corsi di dottorato congiunti da svolgere in parte in Italia e in parte in Cina; saranno incrementati i docenti di lingua cinese e sarà fornito appoggio all'istituzione di "Classi Confucio" curriculari per l'insegnamento del cinese nei licei. Visto il peculiare panorama economico e sociale delle Marche, il ministro vuole rafforzare anche i collegamenti con il tessuto aziendale della zona, sostenendo l'organizzazione di visite di imprenditori in Cina. Infine, Xu Lin ha spinto affinchè venga organizzato a Macerata un convegno mondiale su Matteo Ricci, i cui insegnamenti – ha ribadito – sono tenuti in grandissima considerazione in Cina.

Paola Mariani, Francesco Verducci e Sara GianniniIn onore della delegazione dell'Hanban, l'Università aveva organizzato una cena ufficiale alla quale hanno preso parte quasi novanta persone, tra le quali il sindaco Romano Carancini, il senatore Francesco Verducci, l'assessore regionale Sara Giannini e gli assessori provinciale e comunale Paola Mariani e Stefania Monteverde. La domenica mattina si è svolta la visita a Villa Cola, sede dell'Istituto Confucio: le aule, gli uffici e, soprattutto, la biblioteca, dove è conservato il prestigioso “Fondo Corradini”, un patrimonio costituito da un migliaio di volumi monografici e da più di duecento fascicoli di periodici, alcuni dei quali molto antichi. Per l'occasione, il conservatorio Rossini di Pesaro ha offerto un concerto jazz all'aperto, molto apprezzato dal ministro Xu Lin, che si è complimentata personalmente con il direttore Alberto Domizi e con i musicisti.

Il sindaco Romano Carancini e il ministro Xu Lin

 

 

 

 

Filippo Mignini, Luigi Lacchè e Xu Lin

 

 

 

L'Istituto Confucio L'Orchestra Jazz del Conservatorio di Pesaro

 

Comunicato stampa n. 067/2013 di martedì 11 giugno 2013

Questa pagina è stata aggiornata il 13/06/2013