Certificazione internazionale di cinese per oltre 150 liceali

Per la prima volta parteciperanno all'esame Yct grazie all'Istituto Confucio di Unimc

Saranno 155 gli studenti delle superiori che, per la prima volta nelle Marche, sosteranno domani, sabato 25 maggio, l'esame di certificazione internazionale per la lingua cinese Yct con l'Istituto Confucio dell'Università di Macerata.

"Si tratta – spiega il direttore Giorgio Trentin – del primo passaporto per la Cina e ci permetterà di verificare il lavoro che abbiamo svolto quest'anno con le scuole. Questa certificazione viene richiesta, ad esempio, per frequentare i campus estivi in Cina. L'Istituto Confucio invierà i propri collaboratori nelle scuole, dove già sono stati allestiti i laboratori per gli esami.".

Lo Yct (Young Learners Chinese Test) è un esame standardizzato di conoscenza della lingua cinese riconosciuto a livello internazionale, che serve a testare la competenza degli scolari nell'utilizzo della lingua cinese a diversi livelli. I licei coinvolti sono quelli che hanno avviato classi di cinese proprio grazie l'Istituto Confucio di Macerata durante l'anno scolastico - “Francesco Filelfo” di Tolentino, “Giacomo Leopardi” di Recanati, “Carlo Rinaldini” di Ancona e “Saffo” di Roseto degli Abruzzi – insieme al Liceo Leopardi di Macerata, che ha corsi di cinese autonomi e collabora con l'Istituto.

Per ogni classe attivata, l’Istituto Confucio ha fornito ai licei un docente di madre lingua cinese per un totale di 40 ore e i materiali didattici per il corso, coinvolgendo in totale oltre 300 studenti. Sempre grazie all'Istituto, lo scorso novembre una delegazione di professori e dirigenti delle scuole superiori marchigiane è partita alla volta di Pechino per rafforzare le relazioni e la conoscenza dei reciproci sistemi scolastici.

Comunicato stampa n. 054/2013 di venerdì 24 maggio 2013

Questa pagina è stata aggiornata il 28/05/2013