Una pubblicazione Unimc tra le migliori riviste internazionali

Il Journal of Constitutional History è stato accolto dalla banca dati Scopus, la più grande del mondo.

Ancora un bel risultato per la ricerca dell’Università di Macerata: la rivista Journal of Constitutional History/Giornale di storia costituzionale è stata accolta dalla banca dati Scopus, la più grande del mondo, in grado di raccogliere abstract e citazioni di letteratura scientifica a livello globale, con 41 milioni di record e l’indicizzazione di migliaia di titoli pubblicati da circa 5000 editori mondiali.

Il Giornale di storia costituzionale è stato fondato nel 2001 dai professori Luigi Lacchè, Roberto Martucci e Luca Scuccimarra, affermandosi negli anni, a livello nazionale e internazionale, come una delle riviste più significative nel campo della storia e della teoria costituzionale. L’inserimento della rivista in Scopus conferma e rafforza questo profilo con un giudizio molto positivo. “Si tratta – ha rilevato il Comitato di valutazione e di selezione – di una rivista molto ben organizzata che pubblica lavori importanti per la comunità scientifica. Per questo merita pienamente l’inclusione in Scopus”.

Il Journal of Constitutional History è la seconda rivista pubblicata dalle edizioni Università di Macerata – dopo History of Education & Children’s Literature – a raggiungere questo risultato, mostrando anche il valore della casa editrice dell'Ateneo Eum.

“E’ molto importante – ha commentato il rettore Lacchè – che la ricerca targata Unimc cresca in termini di reputazione internazionale e di innovatività nel campo dell’organizzazione scientifica”.

Comunicato stampa n. 161/2012 di venerdì 09 novembre 2012

Questa pagina è stata aggiornata il 20/11/2012