L’acqua come bene comune. Unimc ricorda l’impegno di Stefano Rodotà

06/11/2017. Mercoledì 8 novembre si terrà una giornata internazionale di studi in memoria dell’autorevole giurista alla presenza della moglie Carla.

“Acqua: il più prezioso dei beni comuni” è il titolo della giornata di studi organizzata per mercoledì 8 novembre dall’Università di Macerata al Polo Pantaleoni nell’ambito di “Alice”, un prestigioso progetto internazionale Horizon 2020 nel campo della salvaguardia ambientale che coinvolge sei diversi paesi: Italia, Regno Unito, Irlanda, Spagna, Grecia e Cipro. Studiosi e professionisti si confronteranno, in un’ottica interdisciplinare e dal respiro europeo, sul tema dei cambiamenti climatici e delle nuove sfide per le risorse idriche

I lavori saranno divisi in due parti. La mattina, dalle 9 si terrà un workshop con Caterina Brandoni della Ulster University, Marc Neumann del Centro basco per il cambiamento climatico, Marco Romei e Claudia Zoppi di Aset Spa, Manuel Boluda della Región de Murcia, Alberto Longo della Queen’s University di Belfast, Leonardo Piccinetti della Rete europea dell’innovazione, Francesca Testella della Tennacola spa e Francesca Spigarelli di Unimc. A introdurre i lavori, Erik Longo, responsabile dell'unità Unimc del progetto Alice.

Si prosegue nel pomeriggio alle ore 15 con un simposio in memoria del professor Stefano Rodotà al quale sarà presente anche la moglie Carla Pogliano. “E’ un omaggio doveroso e autentico – spiega il rettore Francesco Adornato – quello che vogliamo tributare al professor Rodotà, che, dopo il periodo di insegnamento negli anni Sessanta, ha sempre mantenuto stretti legami con l’Ateneo maceratese. Per altro, va sottolineato che una parte significativa dei suoi studi sono dedicati al concetto dei beni comuni. Ricordiamo anche il suo impegno in prima persona, come fece nel 2012 in difesa dell’acqua pubblica. La sua convinzione, profonda e condivisibile, è che dietro al pubblico ci sono i diritti fondamentali delle persone”.

Interverranno sul tema docenti di diritto pubblico e privato nonché economisti come Ermanno Calzolaio, Francesco Adornato, Lucio Francario, Vincenzo Caputi Iambrenghi, Elisa Scotti, Piotr Szwedo, Alberto Longo e Andrea Simoncini.

Cs n. 185/2017


Questa pagina è stata aggiornata il 08/11/2017