Giornata del laureato: Unimc festeggia i suoi talenti con lo sguardo all’oriente

08/07/2017. Quasi mille partecipanti alla Giornata dl Laureato 2017 organizzata dall’Università di Macerata e dall’Associazione Laureati Ateneo Maceratese
Il lancio del tocco

Il lancio del tocco

Quasi mille partecipanti alla Giornata dl Laureato 2017 organizzata dall’Università di Macerata e dall’Associazione Laureati Ateneo Maceratese. Oggi pomeriggio piazza della Libertà completamente gremita ha ospitato tre generazioni di laureati nel rituale appuntamento che si ripete ormai da 14 anni: quelli che si sono laureati 25 e 50 anni fa e i laureati con lode dell’ultimo anno accademico. “Piazza della Libertà – ha detto il rettore Francesco Adornato – oggi è l’esemplificazione dell’immortalità dell’università che si rinnova con le sue generazioni”.  Una giornata all’insegna dell’oriente e dell’internazionalizzazione, come richiamato dalla citazione della Turandot “E andrai lontano con le stelle verso imperi favolosi” scelto da Unimc per la campagna iscrizioni di quest’anno, del connubio tra presente, passato e futuro. “Alcune categorie di questa opera – ha sottolineato Adornato riferendosi al capolavoro pucciniano - vanno ricondotte anche al nostro lavoro: la fierezza che per noi docenti e quella dell’appartenenza a un’università di acclarata reputazione;  la fedeltà che per noi docenti è la fedeltà suprema al nobile compito di formare e per i più giovani di rispondere all’impegno che hanno preso con se stessi; infine la categoria più importante, quella del futuro, che non solo vogliamo immaginare, ma anche impaginare prima che il futuro arrivi”.

Tante le emozioni, a partire dai premiati, come la parlamentare Irene Manzi, ex vicesindaco di Macerata, alla quale è stato assegnato il premio Oscar Olivelli dalla Daniela Gasparrini, presidente dell’Alam. “Un’immagine mi è tornata alla mente. Durante il primo giorno da matricola nel novembre 1996, quando ho varcato quella porta per assistere alle lezioni di diritto costituzionale e diritto privato, non avrei mai pensato di trovarmi un giorno ad essere premiata e a rivestire incarichi così importanti. I valori trasmessi da questa università mi hanno aiutato a raggiungere questi traguardi”.

Ricordi anche da parte di Maurizio Compagnoni, telecronista, punta di diamante di Sky Sport, laureato in giurisprudenza a Unimc e Laureato dell’anno alla Giornata del laureato. “E’ stata un’esperienza bellissima, non mi aspettavo questo onore. Quando dico che mi sono laureato in giurisprudenza a Macerata, ha sempre un ottimo impatto sull’interlocutore. Oggi ho rivissuto tante emozioni nel rivedere questa piazza dopo venticinque anni, è tenuta benissimo”.

Il premio Alumni sono stati consegnati a Filippo Davoli, poeta, Giulia Ciarapica, blogger culturale; Chiara Giacobelli, scrittrice, giornalista, Renato Coltorti, presidente delle Camere penali di Macerata.

I due Premi Speciali Unimc son stati, infine, ideati guardando al futuro del nostro territorio e delle nostre Comunità e sono stati assegnati al presidente del consiglio regionale delle Marche Antonio Mastrovincenzo e a Cesare Spuri, direttore dell'Ufficio speciale per la ricostruzione post sisma delle Marche. Durante la cerimonia sono state eseguite musiche di Antonio Vivaldi dal Quartetto Ensemble Barocco delle Marche, mentre l’Accademia Arti Marziali Giosuè ha presentato movimenti coerografici ispirati alla Cina.

Cs n. 127/2017


Questa pagina è stata aggiornata il 12/07/2017