Rettore

Prof. Francesco Adornato
francesco adornato CONTATTI
Via Crescimbeni, 30-32 - 62100 Macerata
tel. +39 0733 258.2410 - 2610
fax. +39 0733 258.2688
email: rettore@unimc.it

Funzioni attribuite al Rettore dallo Statuto

1. Il Rettore rappresenta l'Ateneo ed esercita le funzioni di indirizzo, iniziativa e coordinamento delle attività scientifiche e didattiche. È responsabile del perseguimento delle finalità dell'Ateneo secondo criteri di qualità e nel rispetto dei principi di efficacia, efficienza, trasparenza e promozione del merito.
2. Il Rettore esercita, in particolare, le seguenti funzioni:
a) convoca e presiede il Senato accademico e il Consiglio di amministrazione, ne predispone l’ordine del giorno e sovrintende all’attuazione delle rispettive delibere;
b) propone, anche tenuto conto delle indicazioni e dei pareri del Senato accademico, il documento di programmazione triennale di Ateneo per l'approvazione del Consiglio di amministrazione;
c) predispone la proposta del bilancio di previsione annuale e triennale e del conto consuntivo e la presenta per l'approvazione al Consiglio di amministrazione;
d) propone al Consiglio di amministrazione, sentito il parere del Senato accademico, l’attribuzione, il rinnovo e la revoca dell’incarico di Direttore generale;
e) esercita il potere di iniziativa e di proposta nei procedimenti disciplinari relativi ai professori e ricercatori, secondo le modalità previste dalla legge, e irroga nei confronti degli stessi i provvedimenti disciplinari non superiori alla censura;
f) esercita la vigilanza su tutte le strutture e i servizi dell'Ateneo al fine di garantire l'autonomia della ricerca e della didattica, l’efficiente ed equilibrato funzionamento degli uffici e dei servizi dell’Università, la corretta applicazione delle norme di legge, dello Statuto e dei regolamenti dell’Ateneo;
g) in caso di necessità e urgenza può adottare i provvedimenti amministrativi di competenza del Senato accademico e del Consiglio di amministrazione, dandone specifica motivazione e sottoponendoli alla ratifica dell’organo competente nella seduta immediatamente successiva;
h) presenta annualmente una relazione pubblica sullo stato dell'Ateneo;
i) emana lo Statuto, i regolamenti, nonché le loro modificazioni o integrazioni, e ne cura l’inserimento nell’albo degli atti normativi d’Ateneo;
l) indice le elezioni per il rinnovo delle rappresentanze negli organi accademici almeno sessanta giorni prima della loro scadenza, con un preavviso di almeno trenta giorni rispetto alla data stabilita per le votazioni;
m) stipula gli accordi di cooperazione interuniversitaria e internazionale, nonché i contratti e le convenzioni in materia di didattica, ricerca e cultura;
n) esercita ogni altra attribuzione conferitagli dall'ordinamento universitario e dai regolamenti dell'Ateneo, nonché ogni funzione non espressamente attribuita ad altri organi dallo Statuto.
3. Il Rettore designa un Prorettore vicario, scelto tra i professori ordinari, che lo sostituisce in ogni sua funzione in caso di assenza o impedimento. Il Prorettore vicario partecipa, senza diritto di voto, alle riunioni del Senato accademico e del Consiglio di amministrazione.
4. Il Rettore si avvale di delegati scelti fra i professori e i ricercatori. Essi sono nominati con decreto rettorale nel quale sono specificati i compiti e i settori di competenza e rispondono al Rettore relativamente ai compiti loro attribuiti. I delegati, su convocazione del Rettore, si riuniscono periodicamente per elaborare, programmare e verificare le attività oggetto di delega.
5. Il Rettore è eletto fra i professori ordinari in servizio presso le università italiane. Dura in carica sei anni e non può essere rieletto consecutivamente per un secondo mandato.

Questa pagina è stata aggiornata il 03/11/2016