Consiglio di Amministrazione

Composizione triennio 2015/2018
Rettore

prof. Francesco Adornato, Presidente

Componenti interni - art. 14, comma 3, lett. b) dello Statuto:

dott. Giovanni Gison, personale tecnico amministrativo

prof. Roberto Perna, professore associato

prof. Stefano Pollastrelli, professore ordinario

prof.ssa Anna Ascenzi, professore ordinario

Componenti esterni- art. 14, comma 3, lett. c) dello Statuto:

avv. Alessandro Lucchetti, avvocato

dott. Maurizio Vecchiola, imprenditore

Rappresentanti degli studenti - art. 14, comma 3, lett. d) dello Statuto

sig. Lorenzo Di Tommaso

sig. Matteo Martelli

Pro-Rettore vicario, partecipante senza diritto di voto / Claudio Ortenzi
Direttore generale, con funzioni di segretario verbalizzante / Mauro Giustozzi

Funzioni attribuite al CdA dallo Statuto

l Consiglio di amministrazione è l’organo titolare delle funzioni di indirizzo strategico e sovrintende alla gestione amministrativa, finanziaria e patrimoniale dell'Ateneo, perseguendo obiettivi di efficienza, efficacia ed equilibrio finanziario.
2. In particolare, il Consiglio di amministrazione:
a) approva, su proposta del Rettore e sentito il Senato accademico, la programmazione finanziaria, annuale e triennale e del personale, vigilando sulla relativa sostenibilità;
b) delibera sulle proposte di istituzione, attivazione, modifica o soppressione di corsi, sedi, dipartimenti e altre strutture didattiche e scientifiche, formulate dal Senato accademico;
c) delibera, previo parere favorevole del Senato accademico, sulle proposte di federazione e sugli accordi di programma;
d) adotta il regolamento di amministrazione, finanza e contabilità in conformità alla procedura prevista dalla normativa vigente, nonché ogni altro regolamento non riservato dalla legge e dallo Statuto alla competenza del Senato accademico;
e) approva, su proposta del Rettore e previo parere del Senato accademico per gli aspetti di sua competenza, il bilancio di previsione annuale e triennale, il conto consuntivo e il documento di programmazione triennale;
f) trasmette al Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca e al Ministero
dell'economia e delle finanze il bilancio di previsione annuale e triennale, nonché il conto consuntivo;
g) conferisce, rinnova e revoca l'incarico di Direttore generale;
h) delibera, senza i rappresentanti degli studenti e dei dottorandi, sui procedimenti disciplinari avviati dal Rettore, in conformità al parere espresso dal Collegio di disciplina;
i) approva le proposte di chiamata deliberate dai dipartimenti, secondo le modalità previste dalla vigente normativa in materia;
l) determina, sentito il Senato accademico, i criteri generali circa l'organizzazione del
personale tecnico-amministrativo e la relativa assegnazione alle singole strutture;
m) predispone il programma di sviluppo edilizio dell'Ateneo e ne approva le modalità di
attuazione;
n) autorizza il Direttore generale, con apposita delibera, a contrarre mutui e prestiti;
o) approva i contratti e le convenzioni che comportino oneri o entrate per l’Ateneo, fatte
salve le attribuzioni dei dipartimenti e delle altre strutture dotate di autonomia amministrativa e gestionale nell’ambito del budget assegnato;
p) delibera in materia di liti attive e passive, di rinunce e transazioni;
q) approva i provvedimenti relativi alle contribuzioni a carico degli studenti, sentito il
Consiglio degli studenti;
r) determina i criteri generali circa gli incarichi attinenti alle funzioni di responsabile degli uffici e delle strutture;
s) esercita ogni altra attribuzione che gli sia conferita dall'ordinamento universitario, dallo Statuto e dai regolamenti dell'Ateneo.

Questa pagina è stata aggiornata il 25/01/2017