Home Dottorato di ricerca Francesco De STEFANO, L'impresa umanistica della conoscenza

Francesco De STEFANO, L'impresa umanistica della conoscenza

Un percorso di dottorato Eureka tra Filosofia e Impresa

Mi chiamo Francesco De Stefano e ho da poco conseguito il titolo di Doctor Europaues in Human Sciences, curriculum Filosofia, storia della filosofia e scienze umane, presso l’Università degli Studi di Macerata.

Ormai tre anni e mezzo fa mi trovavo con una laurea magistrale in Scienze Filosofiche in tasca, incerto sul mio futuro ma desideroso di applicare sul campo le conoscenze filosofiche acquisite negli anni. Inaspettatamente e fortunatamente, sono venuto a conoscenza del bando Eureka della Regione Marche, che mi ha poi permesso di svolgere una dottorato in collaborazione con il Gruppo Loccioni, coniugando la ricerca teorica con le pratiche applicative del mondo imprenditoriale.

Il lavoro che ne è scaturito, dal titolo Humanistic Knowledge Enterprise. Ethical Foundations and Practical Applications, è stato mosso dall’obiettivo di mostrare come la riflessione filosofica possa contribuire a concettualizzare e orientare in maniera differente l’ambito d’impresa e allo stesso tempo come la concreta prassi imprenditoriale possa interrogare la riflessione filosofica, arricchendola.

Più nello specifico, il fine della mia tesi è stato quello di mostrare i fondamenti etico-filosofici e le possibili applicazioni pratiche dell’“impresa della conoscenza”, modello manageriale ormai affermato ma esclusivamente appannaggio della letteratura economica e di management.

Dopo una riflessione sul rapporto tra conoscenza e lavoro, che mi ha permesso di definire i tratti costituitivi della gestione della conoscenza e dei cosiddetti knowledge workers all’interno delle imprese, ho cercato di approcciare il knowledge management, la pratica più accreditata ad oggi nel settore, mettendone in luce alcuni aspetti critici da un punto di vista etico-antropologico. Di qui ho cercato di elaborare un modello di gestione della conoscenza all’interno dell’impresa che sia più rispettoso della complessità e dignità dell’essere umano.

Per la definizione di questo modello alternativo ho preso le mosse dal filone teorico-pratico dello humanistic management, esplicitandone i fondamenti filosofici e applicandolo alla tematica dell’“impresa della conoscenza”. Grazie a questa indagine ho potuto quindi proporre l’idea dell’“impresa umanistica della conoscenza” come modello imprenditoriale in grado di integrare il successo d’impresa con il rispetto per la dignità della persona e la promozione della realizzazione umana attraverso il lavoro. L’analisi della cultura d’impresa e delle concrete pratiche del Gruppo Loccioni mi ha infine permesso di mostrare l’effettiva fattibilità di un tale modello imprenditoriale, individuando allo stesso tempo potenziali criticità e margini di miglioramento.

Fondamentale per me, oltre al supporto della Prof.ssa Benedetta Giovanola e dei collaboratori Loccioni, è stato il periodo di 7 mesi passati al Weltethos Institut di Tübingen (Germania), sotto la supervisione del Prof. Claus Dierksmeier. Durante il mio soggiorno non solo ho potuto approfondire maggiormente il filone del management umanistico attraverso il confronto e il dialogo diretto con alcuni dei suoi esponenti, ma ho avuto anche l’opportunità di svolgere un progetto di sviluppo presso la sede Loccioni di Calw, continuando così ad integrare il sapere teorico con il saper fare organizzativo e progettuale.

Questo percorso intenso e non privo di difficoltà mi ha portato, da gennaio 2016, ad essere assunto nel Gruppo Loccioni e ad occuparmi dei rapporti di collaborazione con scuole e  università. Il mio lavoro ad oggi consiste nell’ideare, sviluppare e gestire progetti formativi “per tutte le età, dai bambini delle scuole elementari ai dottorandi di ricerca, al fine di coltivare i giovani collaboratori del futuro.

La mia esperienza, nel suo piccolo, penso possa testimoniare come la Filosofia, intesa come pratica esperienziale di ragionamento e senso critico, possa essere valorizzata e concretizzata in un contesto come quello dell’Impresa, contribuendo a conferire a quest’ultima un senso più umano e umanizzante.

 

FRANCESCO DE STEFANO

inAteneo

InATENEO